I padroni della citta', ovviamente non demordono.  La loro arroganza e' pari a quella dei tiranni del nord Africa (o della Nord Corea, o della CIna, odella Birmani, o di Cuba). 
Loro si sentono liberi di fare quello che vogliono, violare la legge e impadronirsi di cio' che vogliono.  E nessuno si deve opporre a loro. Nessuno li deve criticare, se no' e' un "fascista", o uno "speculatore", o un "ciellino".
Ma, come se non bastasse, questi criminali, hanno pure la faccia tosta di fare le "prediche" agli altri e sbraitare sulla "giustizia".
I gerarchi fascisti della Fornace , dopo lo sgombero da via San Martino, hanno dichiarato di essere adesso proprietari di un edificio in via Moscova.
Qui stanno facendo i loro porci comodi sulla proprieta' altrui. Dalla loro fogna internet ("sito" sarebbe una parola troppo gentile)  chiamano la gente a fare lavori interni all' edificio (altrui).
Hanno gia' fatto riunioni, pure con la FIOM, e con il contributo della RAI (coi soldi dei contribuenti).
Sbraitano contro le "ingiustizie"  e gli "abusi" della societa'.   Che facce di merda!
Loro infatti sono i principali artefici della ingiustizia, dell' abuso. della sopraffazione e della prepotenza.
Quindi di  che si lamentano? 
Vorremmo sapere chi decide "democraticamente" quqali edifici rubare, a chi darli, che cosa farci dentro...
Siccome loro dicono di essere per la liberta' e la democrazia contro le cattiverie degli altri, ci dicano in base a quale criterio di democrazia e e liberta' un gruppo di fetenti si arroga il diritto di fare quello che vuole in barba ad ogni legge, regola e decisione della collettivita'...
Vogliamo una societa' comunista?  Benissimo
Ma una societa' comunista e' una societa' che si basa sulle leggi e sulle regole, e sul potere del popolo.
Esattamente il contrario di quanto fanno i centri nazi-sociali, che invece sono l' apoteosi del libertinaggio capitalista e borghese.
Un gruppetto di prepotenti non eletto da nessuno, che si autoproclama rappresentante del popolo.
Neanche Hitler era cosi'!!!