LE SPECULAZIONI E LE VOLGARITA’ DEI CENTRI “SOCIALI”  NESSUNO LE DENUNCIA

LE SINISTRE , PALADINE DELLA “LEGALITA’” (FINTA),  ZITTE SUI FURTI DEI LORO AMICI FASCISTI ROSSI

Avete presente le sinistre e il “popolo viola”?  Un giorno si' e uno no,  tutti in piazza a manifestare contro l’ “illegalita’”, la”mafia”, la “corruzione”, la “speculazione”,  il “razzismo”.... Schiumanti   rabbia e indignazione.

Peccato che nessuno di costoro si accorga di rapine e truffe milionarie (e della vomitosa volgarita’) dei loro amici centri “sociali”. 

Ad esempio,  quanto vale l’ edificio ,  piu’ annesso terreno,  in via San Martino a Rho, rubato dal centro “sociale” Sos-Fornace?  Circa un milione di Euro.   Tale la cifra spesa della Eigenman-Veronelli  per acquistare il tutto dai precedenti proprietari.   I balordi della fornace hanno “occupato”  la zona  da cinque anni a questa parte, e ci fanno i loro porci comodi, chiamandolo la loro “sede”.

Il bello e’ che questa gente passa il tempo a strillare contro la “speculazione” , la corruzioni, i “ciellini cattivi”,   accusandoli di ogni nefandezza.      . Ma si guardino loro per favore!

Altro che "mani sulla citta'".....Rubare  un milione di Euro non e’  mica uno scherzo.   Non e’ certo un furto da meno dei “furti” di quelli che loro accusano di corruzione e speculazione.

Ci dicono che il loro non e’ un furto,  ma una “occupazione”.   Che bello!   La parola “occupazione” e’ proprio un capolavoro della propaganda anarco-comunista!  Una delle tante paroline  dolci  che servono  per edulcorare la pillola e per dissimulare la natura delinquenziale di certi atti.   Eufemismi (coma la prola “sociale”) che ovviamente valgono solo per i Kompagni (che volano angelicamente al di sopra della legge e del diritto) ,  ma non per tutti gli altri, bollatti, senza mezzi termini di essere  speculatori,  corrotti, mafiosi,  ladri, ecc.    Loro invece no,   loro non rubano, ma “occupano”.

Ora,  si puo’  parlare di “occupazione” quando si occupa un posto sul treno, o un parcheggio davanti al supermercato... ma chi  si tiene un edificio per 5 anni, spacca i muri, apre le finestre, rifa gli impianti, ricopre i muri di graffiti,  fa feste e festini notturno e diurni,,, non puo’ certo definirsi uno che “occupa”.  E’ semplicemente un ladro schifoso.  Emolto peggiore di quelli che fanno le rapine nei negozi e le cui gesta vengono riportate  sulla cronaca nera.

Il fatto che questi vengano gentilemente definiti “occupanti” anche dalla stampa compiacente,  e che le loro gesta non vengono messe sulla cronaca nera,  ma nelle pagine politiche e sociali, assieme all’ attivita’ della San Vincenzo e della banda comunale,  dimostra solo che questi  criminali, finti “antagonisti”,  sono invece i cocchi di mamma del sistema,  la punta di diamante e il braccio armato del regime che ci sta dominando. Sono il vero regime fascista (rosso)  in corso d’opera in Italia.

Loro dicono di fare cose “sociali", e pertanto le loro azioni sarebbero  giustificate.  Ma chi lo dice che fanno cose “sociali”? Lo dicono loro!  In ralta’ Fornace , come la mafia, non fa nulla di “sociale”, lavora solo per se stessa e e per la sua famiglia.

Tutti  i delinquenti  sono convinti di fare “sociali”. Anche il rapinatore di banche, o lo spacciatore di droga o il mafioso.   Rubano e ammazzano per distribuire i soldi al loro clan,  ai loro amici, alle loro cupola, alla sacra corona unita, o a cosa nostra.   Tutte attivita’ altamente “sociali”.

Al Capone, Toto Riiina,  Hitler,  beneficavano  i poveri dei quartieri di Brooklin, o i contadini tedeschi, o le famiglie disoccupate siciliane....

Ma Sos Fornace ci dice che per loro e’ “diverso”, e che la loro sede e’ aperta a tutti.

Certo, a tutti.  Basta esssere anarchici, comunisti  anticlericali, ladri, amanti del sesso porno-digitale, amici di Renato Curcio, e che problema c’ e’ ?

Sappiamo che nessuna persona onesta, tranne i vermi e gli scarafaggi,   vorrebbe avere a che fare con la Fornace e “socializzare”  nella  loro “sede”..  Quindi, sbandierare il proprio crimine come “socialmente utile” e’ solo una truffa e una volgarita’. Rapina e truffa: ecco l' essenza dei centri sociali.

Conoscuiamo bene i metodi di questa gente.  Violare la legge e appropriarsi abusivamente dell roba deglio altri,   per  poi far passare questo come “fatto compiuto”, e  scendere in piazza per “difendere gli spazi sociali”...  Della serie “la Societa’ siamo noi”,  “lo Stato siamo noi”, “il popolo siamo noi”, “facciamo quello che ci pare a nome di tutti”, “se non ci ha eletti nessuno chissenefrega”....  Altro che le SS !!!

SS-FORNACE:  VAI A CASA !!!