CRONACHE DI ORDINARIA APOLOGIA DI REATO DAL CONSIGLIO DI ZONA 9

"Ciò che avete udito all'orecchio, gridatelo sui tetti", diceva Nostro Signore.

Quindi vi racconto questa cronaca di una discussione (MOLTO ISTRUTTIVA) avuta ieri con un consigliere della zona 9, proprio davanti alla sede del consiglio.      E' importante che tutti sappiano.

Dunque mi ero recato al consiglio per  parlare coi consiglieri e sapere se avevano fatto qualcosa per l’ occupazione abusiva , da parte dei centri sociali nell’ edificio comunale in via Confalonieri,3  (in corso ormai da oltre un mese).

Essendo arrivato in anticipo, i cancelli dell’ edificio in via Guerzoni erano ancora chiusi. Sono rimasto fuori ad aspettare. Nel frattempo sono arrivati 2 consiglieri e il vigile di presidio.

Mi sono rivolto al gruppetto, chiedendo appunto se erano al corrente della occupazione abusiva e di quello che si stava facendo per riportare la legalità.

Uno dei consiglieri  (una signora, risultata poi essere rappresentante del PD, certa Fregoni Simona) mi risponde subito: “ma a lei risulta che gli occupanti stanno creando problemi di ordine pubblico?”.

Sia io che l’ altro consigliere siamo rimasti di sasso e abbiamo replicato, quasi all’ unisono, alla signora che indipendemente da eventule "disturbo",  il fatto stesso della occupazione abusiva era un problema di ordine pubblico e un reato”.

La signora continuava inviperita, dicendo che noi eravamo i "soliti"  che stavano facendo una questione “formale”, e che non c’era nessun problema “reale”.

Addirittura la signora sentenziava che “all’ estero non ci sarebbe nessun reato a fare occupazioni abusive di edifici abbandonati...”.

Sia io che l’ altro consigliere eravamo senza parole. Ammesso  che “all’ estero” le occupazioni abusive non siano reato (cosa di cui sinceramente dubito fortemente) , qui siamo in Italia !!!

E quanto al fatto che appropriarsi di un edificio altrui illegalmente sia una violazione “formale” , è veramente folle. Non si tratta di una violazione formale, ma molto "sostanziale".

Ho replicato alla consigliera che  in ogni caso, la decisione su quali edifici “confiscare” non poteva spettare autonomanente ad un gruppuscolo di "delinquenti", ma , semmai, doveva essere una decisione assunta da di ente istituzionale e democraticamente eletto. Se no siamo alla dittatura e alla distruzione delle basi stesse di una socità civile.

Ma la signora continuama imperterrita a difende la sua posizione. e affermava (dimostrando fra l' altro, di essere in contatto con questa gente): “ma sa quante domande hanno fatto questi per avere spazi?  E nessuno glieli ha dati”.

Cioè, detto in altri termini: “se un gruppo chiede degli spazi e non glieli  danno, allora ha diritto a prenderseli abusivamente”. 

Qui siamo alla follia. Ma ci pensate, che un rappresentante istituzionale possa dire cose del genere?

Mentre tutte le persone normali (e ONESTE) quando hanno bisogno di spazi se li comprano o li affittano e non vanno certo a RUBARE  edifici altrui, benchè “abbandonati”,  questi gruppetti anarcoidi si sentono in diritto di prendersi tutto quello che vogliono a loro piacimento. E c' è chi li difende.

Oltretutto la signora dovrebbe sapere che i “poverini”  occupanti abusivi,  non è certo gente che manca di spazi.  Ad esempio,  uno dei gruppi che hanno contribuito alla occupazione è il centro (a)sociale “sos fornace”  che sta occupando in zona Rho-fiera una palazzina di tre piani e spazi esterni realtivi.   Roba da alcuni milioni di euro di valore immobiliare.

E lo stesso dicasi per i loro amici del Cox, del Cantiere e degli altri centri abusivi, che si sono presi edifici  per centinaia di metri quadri illegalmente, e lo sbandierano fieramente come “conquista” sui loro siti web. Altro che “mancanza di spazi”.

Va detto infine che questa gente fa le occupazioni abusive non per vera o presunta mancaza di spazi,  ma per il desiderio fine a se stesso di disobbedire, fare “antagonismo". Se a questi gli deste anche il Pirellone o il Duomo di Milano,  continuerebbero comunque ad occupare illegalmente e cercare altri motivi di scontro.  Se no finirebbe la ragione stessa della loro esistenza.

Insomma ho voluto raccontare questa storia, perchè mi sembra una autentica VERGOGNA.

Qui siamo a livello di apologia di reato bella e buona.  E nessun magistato indaga?

Si difende gente che commette reati.  E si difende , in un certo senso, anche il reato stesso.

E per di più da parte di gente che, ripeto, fa parte delle  istituzioni.

So bene (non sono nato ieri) che questo atteggiamento da “doppia morale”, soprattutto da parte della sinistra, non è nuovo.  E si trascina dal ’68.

Ma appunto, adesso sarebbe ora di finirla!

Visto che in Italia si vuole fare pulzia e ripristinare la legalità e la giustizia  su tutti i fronti, perchè si permettono questi atteggiementi che danno copertura e legittimazione a chi usa  le illegalità e gli abusi come strumento di lotta politica. Non si può più accettare una cosa del genere.

E’ deprimente vedere che anche nelle file del  PD, che vorrebbe essere una forza che si spaccia per democratica e legalista, ci siano difese di chi commette reati e ruba edifici altrui.

E, puttroppo, questo atteggiamento non è appannaggio solo della signora del PD del consiglio di zona 9 con cui ho avuto a che fare.  Mi ha infatti risposto anche l’ Assessore Tajani  (ad una email che avevo inviato sull’ argomento, con la seguente frase:

- abbiamo presentato denuncia penale all'autorità,
- infine, trattandosi di  una situazione delicata, stiamo lavorando alacremente ad una soluzione condivisa con tutti gli attori coinvolti.."

Mi chiedo che significa “stiamo lavorando alacremente ad una soluzione condivisa con tutti gli attori coinvolti”. ??  Fra gli attori coinvolti ci sono anche gli occupanti sbusivi.   E la soluzione deve essere condivisa anche da loro?   Come dire: “ se un ladro ti svaligia la casa, e viene beccato, allora dobbiamo trovare una soluzione condivisa pure da lui”.

Roba da non credere.

Un' ultima considerazione.  I cittadini che ricevono multe e sanzioni per ogni minima infrazione, sappiano che c' è gente che ruba interi edifici e non gli succeede nulla. Anzi c'è chi reclama per loro una  "soluzione condivisa"

 

Angelo Mandelli

Make a Free Website with Yola.