associazione culturale katyn


Si replica il rito fascista rosso della "contro-manifestazione" (e dei pregiudizi) contro le Sentinelle In Piedi

SENTINELLI:  DITTATORI IGNORANTI E BUGIARDI

Gli stronzi fanatici non si smentiscono. Se si smentissero dovrebbero sparire, perchè la stronzeria e il fanatismo è la loro unica connotazione.  Non ce ne sono altre.
Sabato 23 a Milano e in tante altre piazze d' Italia, ci sarà la manifestazione delle Sentinelle in Piedi.  Ma questo è intollerabile per i "sentinelli di milano", comitato di nazisti rossi nati solo con lo scopo di tappare la bocca a chi non la pensa come loro..
"Ohibò, ma come si permettono questi di manifestare!  Cosa credono? Di poter professare delle idee in contrasto con le nostre? Intollerabile impudenza"
Ecco quindi che i Sentinelli di Milano preparano l' ennesima piazzata squadrista.
Scrivono sulla loro pagina fecebook quanto segue:
Le sentinelle in piedi chiamano ad una vera e propria battaglia (!?) per il 23 maggio. La loro però è fatta di negazione, chiusura, volontà d'impedire la libertà d'essere felici di tutti. Loro leggeranno in silenzio, noi a poca distanza ad alta voce e con tutta la forza che avremo. Portate libri di autori omosessuali, portate pagine che raccontano il valore della diversità, portate la vostra idea di società inclusiva. Mai come il 23 Maggio dobbiamo essere tantissimi.

Al di là della solita arroganza e presunzione, le parole dei sentinelli trasudano l' altra principale caratteristica di questa gente: e cioè la loro malafede e istinto alla diffamazione.
Sono incapaci di capire e stare alla verità dei fatti.  Proiettano sugli altri i loro pregiudizi, quello che loro vorrebbero che gli altri pensassero, per poterli odiare e additare all' odio dei loro "militanti".
Farneticano di "negazione, chiusura, volontà di impedire la felicità...". 
Dove starebbe questa negazione, chiusura e volontà di impedire la felicità?   Nel fatto che qualcuno vorrebbe censurare i loro gusti o comportamenti sessuali?
Le Sentinelle in Piedi , o sedute che siano, non hanno nè la volontà nè tanto meno il potere di ficcarsi sotto le lenzuola della gente per fare la squadra del buoncostume.
Credono veramente che alla Sentinelle o qualcun' altro, cattolico  o non cattolico, compreso il Papa e i Vescovi gliene freghi qualcosa dei loro "liberi amori"?  Che vogliano impedirgli di ficcarsi il loro organo genitale dove ritengono più opportuno? O vogliano impedire la masturbazione o il sesso sado-maso o qualsiasi altra perversione?
Stiano tranquilli i "sentinelli di milano" che nessuno vuole impedire loro "tutti gli amori possibili" e anche quelli impossibili.
Le Sentinelle in Piedi dicono solo che queste cose non vanno confuse col matrimonio, che è un' altra cosa. Una cosa seria.
Cioe' l' unione fra un uomo e una donna.
Ma qui veniamo al punto.
Ai "sentinelli" di milano (e agli altri nazisti rossi che parteciperanno alla contro-manifestazione) in realtà non interessa un fico secco di essere liberi di praticare tutti gli amori possibili, nè del diritto alla felicità (che qualche improbabile Sentinella in Piedi vorrebbe loro impedire).
Loro vogliono solo una cosa: l' equiparazione giuridica e statalista delle loro perversioni (pur lecite e ammissibili, se fatte da persone consenzienti e possibilmente che non sfocino in atti osceni in luogo pubblico) col il matrimonio vero e proprio.
A loro non interessa essere "felici". Interessa usurpare un ruolo. Un problema di pura invidia, non di felicità.
E' come se uno, con una bella bicicletta da corsa, con la quale può fare quello che vuole (compatibilmente con la bicicletta) non fosse contento (e continui a strillare di diritti negati) finchè al sua bicicletta non viene immatricolata al PRA (Pubblico Registro Automobilistico) e pagasse il bollo.  Esigenza un po' bizzarra e che non si capisce cosa c' entri con la "felicità".

Un' altra cosa che vorrebbero quelli che accusano le Sentinelle di essere per la "negazione, chiusura" e contro la "felicità" è la possibilità di procurarsi figli.
Ma per questo non dovrebbero prendersela con le Sentinello in Piedi, ma piuttosto  col Padreterno.
Infatti è lui che ha fatto in modo che i figli nascessero da persone di sesso diverso.
E allora scopriamo che dietro le accuse contro i cattolici bigotti che vorrebbero imporre la "negazione , chiusura , impedimento della felicità", si cela la solita bramosia di potere e delirio di onnipotenza di chi pretende di travalicare la sua natura. Di chi pretende di trasformare la sua pantomima in una cosa ancora peggiore.
Cioè gli omosessuali vogliono i figli che non possono avere. E li vogliono ottenere  ovviamente con i metodi della procreazione artificiale e con gli uteri in affitto. Metodi schifosi e che non portano alla felicità, ma all' inferno.

C' è poi una terza cosa che i "sentinelli" pretendono.
Si tratta dell' indottrinamento da imporre ai bambini delle scuole. Si va dai consigli della OMS (masturbarsi, toccarsi, mostrarsi nudi, usare il preservetivo, abortire) ai giochi di ruolo in cui si bambini si mettono le gonne o il rossetto.
Anche questo "desiderio" dei sentinelli-contromanifestanti non c' entra nulla con la felicità. C' entra solo con l' arroganza dei dittatori che, non contenti d essere felici di per se stessi, vogliono a ver il controllo di tutta la società. Partendo dai bambini delle scuole materne (come in tutti i regimi totalitari).

Infine c' è un' ultima pretesa (e anche questa non c' entra con la felicità). Si tratta della pretesa di imporre un regime liberticida dove solo i loro le loro idee hanno diritto di cittadinanza, mentre le idee degli altri sono "stereotipi":
Questo regime liberticida si chiama "Legge Scalfarotto sulla omofobia".

Angelo Mandelli
Make a Free Website with Yola.