NEONAZISMO ROSSO VERDE:  L' ESEMPIO DI TARANTO

CENTRI SOCIALI E NOGLOBAL: DIETRO LE FINTE BATTAGLIE SOCIALI SI NASCONDE L' ODIO PER IL POPOLO E LA VOLONTA' DI RIDURCI IN POVERTA' E SCHIAVITU' TOTALE.

La vicenda ILVA è diventata, come prevedibile,  l’ ennesimo pretesto da sfruttare da parte di centri sociali, anarchici e mafia di estrema sinistra (attualmente colorata di verde) per vomitare veleno contro tutto ciò che ha la parvenza di industria, imprenditoria e libertà in Italia; per portare avanti la loro battaglia nazista e antipopolare tesa alla distruzione del lavoro, dell’ economia, delle masse popolari e di tutto ciò che ancora vive in Italia.

Il tutto col pretesto dell' "inquinamento" e delle "morti", come se qualsiasi attività umana non producesse inquinamento e morte (pure dormire nel proprio letto...).

A questi viziati figli di papà (con la puzza sotto il naso e la pancia piena grazie ai loro genitori e alle industrie che ancora sopravvivono in Italia) non importa nulla che da decenni ci sia qualcuno che (a diffenza loro) dà  lavoro e permette di vivere a decine di migliaia di famiglie.    Non interessa minimamente il fatto che una azienda fornisce acciaio e ferro per case, industrie, macchinari, ecc.  Non interessa il fatto che l’ economia del nostro paese sta morendo per la chiusura di quasi tutte le imprese e a Taranto qualcuno lavora ancora.

Loro vedono solo il lato "oscuro", il "profitto", l' "inquinamento", le "ingiustizie"....Vera deformazione da paranoici stupidi. O meglio da criminali.

A loro interessa solo portare acqua al loro mulino ideologico e raggiungere il loro scopo, che è quello di distruggere,  di ridurre  alla fame, alla disperazione e alla morte il popolo italiano. Come tutti i tiranni nazisti e comunisti (oggi colorati di verde, ecologia e animalismo).

Qualcuno dirà: “Ma come?  I centri sociali non sono i paladini della giustizia e del popolo?”.

E' proprio qui che casca l' asino.   Siamo di fronte alla stessa favola raccontata da Hitler, Stalin e da tutti gli sgherri assetati di sangue che hanno affamato e ammazzato milioni di esseri umani nel corso dell’ ultimo secoolo (e ancora adesso lo fanno in molte parti del mondo) e che raccontavano di farlo per il "bene del popolo".

E la realtà è qui ogni giorno a dimostrare quanto diciamo.  Fateci caso:  non c’ è settore o ambito dove i centri sociali non cerchino di bloccare tutto.  Dalla Tav, all’ Expo ,  alla Fiera, alla TEM, alle centrali elettriche, agli inceneritori, alle imprese private o pubbliche che siano.

Tutto è visto come “profitto”, “sfruttamento”, “nocività”, “criminalità, “antiecologia”.  Siamo di fronte ad una vera forma di idiozia e paranoia dettata dall’ odio. Sarebbe come se uno di una persona umana vedesse solo il fatto che sporca , mangia, consuma  ed è egoista.

Ed è proprio la stessa situazione di chi odia qualcuno; è accecato, e nel "nemico"  vede solo cose negative e difetti.

Se poi dobbiamo parlare di logica del profitto, i primi a seguire questa logica così sono proprio loro: i centri sociali.

Fanno  tutto quello che gli pare. Violano ogni legge, occupano proprietà altrui, imbrattano muri, fanno affluire ragazzi in edifici senza norme di sicurezza (e con l’ amianto dentro).

L’ unica cosa che conta per loro è il loro tornaconto, cioè il loro profitto. E per questo sono disposti a scavalcare qualsiasi legge, regola e giustizia.

E anche ad ammazzarti se occorre. Statene certi.

 

 

Make a Free Website with Yola.