COMUNICATO

7 Febbraio 2011

 GRAVE ATTENTATO A ROMA CONTRO LA LIBERTA': A OLIMPIA TARZIA VIENE IMPEDITO CON LA VIOLENZA DI PARLARE

 

Gentili Amici,

                      in Italia, come sapete, c’è libertà di parola per tutti. Prostitute (basta chiamarle escort e va tutto bene), omosessuali, stralunati di ogni tipo, trovano spazio e ascolto, purché abbiano da dire qualcosa che sia abbastanza cretino o ripugnante.

 Naturalmente la libertà, essendo preziosa, va ben dosata, e quindi non può essere data a tutti, tanto meno a chi è fuori del coro, a chi ha la pessima idea di richiamare ai valori veri della vita, a chi addirittura vuole difendere la vita. Se la libertà non può essere data a tutti, ci deve essere chi giudica a chi darla o non darla.

 A questo compito sono delegati, per diritto assoluto-divino-indiscutibile, tutta quella galassia di sfaccendati, pestatori professionali e minus habens che ogni tanto cambiano nome (oggi possono essere “centri sociali”, domani “action” e così via), incapaci di qualsiasi elementare ragionamento, ma pagati per fare da truppa d’assalto dei nuovi nazisti.

 

E infatti la consigliera regionale del Lazio, Olimpia Tarzia, già nota per le sue posizioni a difesa della vita (la macellaia Emma Bonino ha addirittura proclamato una “mobilitazione generale” contro la Tarzia ) non ha potuto presentare al Municipio di Roma X la sua proposta di legge regionale per la riforma dei consultori, che ha come cardine centrale il sostegno alla famiglia. E’ da notare che la proposta di Olimpia Tarzia non metteva in discussione la liceità dell’aborto, perché questo schifo è consentito  da una legge nazionale. Ma la Tarzia ha una colpa originale imperdonabile: è cattolica, ha sempre lavorato a difesa della vita e della famiglia.

 

E quindi a Olimpia Tarzia si può impedire di parlare, con l’intervento dei soliti gruppetti neonazisti. Non solo: il presidente del Municipio di Roma X HA DI FATTO AVALLATO IL SOPRUSO, dimostrandosi così della stessa pasta dei nazistelli.

Vi invitiamo pertanto a cliccare su OLIMPIA TARZIA CACCIATA DAI CENTRI SOCIALI: troverete la cronaca di questa ennesima vergogna, nonché il testo di due lettere: una di solidarietà per Olimpia Tarzia, e una di protesta contro il Presidente del Municipio X.

 

RICORDIAMOCI CHE E’ IN GIOCO LA LIBERTA ’ DI TUTTI

 

Ringraziandovi per l’attenzione, a tutti porgiamo un cordiale saluto

 

 

La Redazione

 

RISCOSSA CRISTIANA

Make a Free Website with Yola.