RASSEGNA STAMPA EMERGENZA EDUCATIVA

 

Dedichiamo questa pagina all' emergenza educativa, come ci hanno insegnato Papa Benedetto XVI e don Giussani, tramite una forma di rassegna stampa che ci educa a diventare uomini veramente liberi e capaci di distinguere tra il bene e il male.

 

 

Maggio 2010

RUSSIA/ Se c’è libertà perché la teologia deve ancora lottare contro l’ateismo di stato?

 

La cultura è come la vita, non ammette confini, questo il senso di  un’intensa conferenza svoltasi in Università Cattolica venerdì 14 maggio, nell’ambito della Primavera di cultura organizzata dalla Diocesi milanese.

L’oratore, padre Georgij Orechanov, vice rettore dell’Università ortodossa di Mosca, era stato invitato a parlare della sfida educativa oggi in Russia, un paese che sta reimparando a educare uomini liberi. Il contesto russo, infatti, è gravato al tempo stesso dagli effetti della globalizzazione e dai pesanti lasciti del totalitarismo, soprattutto come mentalità statalista e assenza di supporti legislativi. CONTINUA A LEGGERE

 

DIBATTITO/ Piattelli-Palmarini: la teoria di Darwin? È morta e sepolta

 

Ci sono libri che si parlano tra loro, ci sono libri che ossequiano e ci sono libri che lasciano il cervello vuoto come se non li avessimo mai letti. Massimo Piattelli Palmarini e Jerry Fodor, due studiosi di spicco delle scienze cognitive ben noti al pubblico internazionale, hanno scritto un libro che ha smosso tutti quanti; almeno tutti quanti quelli che non si arrendono a considerare la scienza come il corridoio di un museo ma come un luogo dove occorre sempre provare a vedere se non valga la pena di riflettere su quello che si crede di sapere già. CONTINUA A LEGGERE


 

 

 

Maggio 2010

SAN BENEDETTO/ La pietà operativa dell’abate costruttore dell’ordine sociale

 

E' uno dei più grandi santi di tutti i tempi. Nacque il 12 settembre 480 a Norcia. Morì nel monastero di Montecassino il 21 marzo 547. Fratello gemello di Santa Scolastica, era figlio di un'agiata famiglia romana. Benedetto trascorse gli anni dell'infanzia e della fanciullezza a Norcia. A dodici anni fu mandato con la sorella a Roma, a compiere i suoi studi. All'età di diciassette anni, insieme con la sua nutrice, Cirilla, si ritirò nella valle dell'Aniene. Lasciò poi la nutrice e si ritirò presso la valle di Subiaco. Qui incontrò un monaco romano di un vicino monastero, che vestitolo degli abiti monastici gli indicò una grotta del Monte Taleo, dove Benedetto visse da eremita per circa tre anni. CONTINUA A LEGGERE

 

DIBATTITO/ Perché non è la scienza a dire cos’è bene e cos’è male?

 

Spiegare la filosofia a dei teenager americani è un’esperienza singolare. Non avendo fatto filosofia alle superiori non sono abituati all’idea che ci siano semplicemente «problemi da filosofi» e «parole da filosofi». Pertanto, tutte le volte che introduci un nuovo problema filosofico per prima cosa sei costretto a chiederti come fargli capire che si tratta di un problema reale, altrimenti ti guarderanno sbigottiti per il resto dell’ora. Le alternative qui sono due: O spremersi le meningi per trovare degli esempi pirotecnici oppure chiedersi in prima persona se il problema in questione è un problema reale e perché. CONTINUA A LEGGERE


@ 2010 Associazione Culturale Katyn.

All Rights Reserved.

Make a Free Website with Yola.