Chiediamo che il territorio venga liberato dalle situazioni di illegalità e occupazioni abusive. E che i politici legati ai centri sociali vengano estromessi dalla gestione di Expo 2015

PERCHE' I PROTOCOLLI SULLA LEGALITA' NON CONSIDERANO LA CRIMINALITA' DEI CENTRI SOCIALI?

mafia anarchica sempre libera di delinquere (e di fare apologia di reati) per anni ... poi ci parlano di "infiltrazioni mafiose". I cittadini si sentono presi in giro


Si è molto parlato dei " Protocolli per la Legalità ", siglati negli ultimi mesi fra Sindaci della zona di Milano e Prefettura.

Questi protocolli hanno ad esempio avuto l' effetto di  revocare appalti a imprese anche solo sospettate di illegalità per i cantieri dell' Expo 2015.

Il Sindaco di Milano Pisapia, commissario straordinario per Expo 2015,  ha dichiarato "La revoca di un subappalto da parte della società Expo è la dimostrazione che i controlli sui lavori funzionano e che non c’ è e non ci sarà spazio per infiltrazioni illegali".

Peccato che questi protocolli NON funzionino per situazioni di "infiltrazioni illegali" conclamate e incancrenite sul nostro territorio, a cui da anni stiamo assistendo.
Stiamo parlando dei cosidetti "centri sociali",
vere e proprie associazioni a delinquere a sfondo eversivo, che effettuano e sbandierano come "diritti" (incitando altri a commetterne) tutta una serie di reati, ad iniziare dalle occupazioni abusive di immobili e terreni.

Un tipico esempio è costituito dal gruppo che si fa chiamare "Sos Fornace", e che opera nella zona di Rho-Fiera, cioè proprio al centro dell' area maggiormente interessata da Expo 2015. 

Questi individui negli ultimi 7 anni hanno effettuato:

- 5 occupazioni abusive di edifici altrui.

- assalti e occupazioni ad eventi fieristici ed altre manifestazioni

- blitz a consigli comunali

- istigazioni a delinquere (per partecipare ad occupazioni abusive, inviti a non pagare biglietti e autoriduzioni abbonamenti)

- disturbi alla quiete pubblica

- affissioni abusive e imbrattamenti vari


- feste e spettacoli in edifici occupati e privi di controllo e norme di sicurezza.

- vendite di bevande, alcoolici e altro senza autorizzazioni.

- Collegamenti con gli altri centri sociali "occupati" che operano nella zona di Milano, come il "Cantiere", il "Cox", il "Torchiera",  il "Boccaccio", ecc.


Inoltre e' incredibile che che vengano nominati a commissari per l' Expo personaggi collusi con i Centri Sociali.

Ad esempio il sindaco di Milano Pisapia si è dimostrato più volte dalla parte di gruppi antagonisti ed stato appoggiato in modo aperto nella scorsa campagna elettorale  dal centro sociale Leoncavallo di Milano, che da anni vive di illegalità e occupazioni abusive.

bunner vota face per pisapia sindaco in vota face di

Del resto, uno dei partiti che sostengono le attuali maggioranze a Milano e in altri comuni della zona è il SEL, il cui coordinatore, per la provincia di Milano  è Daniele Farina, ex portavoce del Leoncavallo, e tuttora alleato con questo gruppo, e che quindi appoggia e condivide i loro reati.

Chiediamo  pertando che, conformemente agli impegni di legalità, trasparenza, rispetto delle regole (dovuti soprattutto ai cittadini), vengano estesi i protocolli di legalità in modo da:

- Liberare il territorio dalle situazioni (incancrenite) vergognose e impunite di illegalità, compresi i centri sociali che effettuano occupazioni abusive da anni.

- Escludere dalla gestione dell' Expo personaggi politici legati alle illegalità dei Centri Sociali e che non dichiarano esplicitamente di essere contrari alle occupazioni abusive e agli altri reati effettuati da questi gruppi eversivi.

Associazione Culturale Katyn

Make a Free Website with Yola.