Indagare e scacciare i politici che appoggiano i centri sociali
CHI APPOGGIA LA DELINQUENZA ORGANIZZATA SE NE VADA, E VENGA INTERDETTO DAI PUBBLICI UFFICI


Nicky Vendola: il suo coordinatore di Milano è l' ex portavoce del Leonka

       Nicky vendola a braccetto di Pisapia.

Il leader del SEL  non può non sapere che il coordinatore provinciale del SEL a Milano è stato (ed è tuttora, assieme ad altri)  Daniele Farina, ex portavoce del Leoncavallo.

Cioè portavoce di una associazione a delinquere che da anni ruba un edificio altrui  e se ne vanta. Il suo slogan è “Qui sono, qui resto”. Vera logica da mafiosi.

Vendola stesso ha partecipato ad assemblee all’ interno del Leonka, condividendo di fatto i reati di occupazione abusiva e violazione di proprietà.


     Daniele Farina, leader del SEL e portavoce dei briganti del Leonka.


Giuliano Pisapia; partecipa alle assemblee del Macao (e li lascia stare abusivamente nell' ex-macello)

Passiamo poi a Giuliano Pisapia.  Essendo alleato di Vendola,  per proprietà transitiva sarebbe già perseguibile per appoggio "esterno" alle associazioni delinquenziali dei Centri Sociali.

Ma c' è di peggio.  Pisapia nell’ aprile del 2012, quando un gruppo di facinorosi denomitatosi “Macao” cercò di rubare un grattacielo di 33 piani (la Torre Galfa)  non trovò niente di meglio da fare che PARTECIPARE ALLE LORO ASSMBLEE.   Avete capito?  Il sindaco di Milano che  partecipa alle assemblee di una associazione a delinquere! 

Tuttora i ladri del Macao stanno  impunemente nell’ ex-macello, edificio pubblico, e nessuno li ha ancora scacciati.  Anzi, si allargano sempre più.  Uno spazio che appartiere a tutti i cittadini italiani viene confiscato e privatizzato  illegalmente (però da gente politicizzata di sinistra) e l 'amministraione cittadina sta zitta.

Nella foto sopra si vede Pisapia, intervenuto all'assemblea permanente  dei ladri di Macao in via Galvani. Il sindaco ha proposto: "Con la Giunta abbiamo deciso che l’ex Ansaldo potrebbe essere un posto molto bello, per tutti”. Pisapia ha spiegato: “Voi siete una ricchezza per me e per noi. Vi avevo detto di tirarmi per la giacchetta e voi mi avete tirato per la giacchetta e sono venuto"

Nella foto mqui sotto l' illuminazione notturna del Macao, che addirittura ha aperto un MUSEO.  Mentre i comuni mortali per aprire un bar o una pizzeria devono essere proprietari, o affittuari,  pagare le tasse,  essere in regola con le norme di sicurezza e delle ASL, ecc, pensa sanzioni, sequestri e confische... i ladri del Macao possono invece fare tutto illegalmente.  Oltretutto ci piacerebbe sapere la corrente chi la paga? La Banda Bassotti?


Pierfrancesco Mjorino, capogruppo del PD: I ladri secondo lui sono una "ricchezza" per la città.


Il Capogruppo del PD Majorino fu uno di quelli che si opposero indignati allo sgombero del centro sociale abusivo COX, che da anni occupava un edificio di proprietà comunale (e tuttora ci sta dentro grazie alle lobby camorristiche rosse).

"Questo sgombero è incomprensibile. Il centro sociale è  una ricchezza per la città", dichiarò il Majorino in pompa magna. 

Quindi dei ladri che commettono reati sarebbero una ricchezza per la città secono il capogruppo PD!!!

Ache sulle altre occupazioni abusive e relativi sgomberi,  le parole di Majorino sono sempre state un esempio di ipocrisia e ambiguità.   Della serie: un colpo al cerchio e uno alla botte.  Come per l' occupazione delle case Aler a Lambrate.    Da una parte Majorino critica gli occupanti abusivi, dall' altra critica Aler e  Prefetto che hanno fatto lo Sgombero!.  Non bisogna rubare, però nello stesso tempo i ladri devono essere lasciati in pace.   «Non bisogna alimentare una spirale repressiva che non serve a niente» ha sostenuto il Majorino.  Solite balle.  Il risultato finale è che la mafia anarco-comunista (cioè fascista rossa),  già convinta di poter fare quello che vuole illegalmente, si sente protetta e tutelata dalla amministrazione arancione e quindi procede a nuove occupazioni o  rioccupare di edifici già occupati.

Che è poi la storia degli ultimi mesi a Milano, dove tutti gli "sgomberi" sono stati seguiti da nuove occupazioni e da una crescente aroganza dei centri sociali.


BOERI: QUELLO CHE BENEDICEVA LE OCCUPAZIONI ABUSIVE

Stefano Boeri, ex assessore alla cultura (si fa per dire) del Comune di Milano. Ecco cosa affermava relativamente al caso Macao: "Fin dall’inizio ho sostenuto che Macao fosse un’esperienza nuova e positiva".
Loro commettono reati e lui parla di  esperienza positiva.

Boeri è stato tolto dalla giunta. Ma non certo per questo motivo.....


TAJANI E FREGONI:  I LADRI RUBANO SPAZI COMUNALI E LORO CHE FANNO?

Cristina Tajani è assessore al lavoro del Comune di Milano. Lo scorso aprile i no global hanno occupato un edificio comunale in via Confalonieri, 3.  Noi abbiamo prontamente segnalato la cosa.  L' assessore ha affermato che "stanno  cercando soluzioni condivise"....
Condivise con i delinquenti?

Intanto gli poccupanti hanno potuto fare tutto quello che hanno voluto, completamente illegale ed esentasse;  e usando degli spazi che appartengono a tutti i cittadini.