associazione culturale katyn


CENTRI SOCIALI E FEMMINISTE: DIETRO LE STRILLA SUL "POPOLO OPPRESSO" E SULLA "DISCRIMINAZIONE DELLE DONNE" SOLO PREPOTENZA, SETE DI DOMINIO E DITTATURA

COME TUTTI I CRIMINALI OCCULTANO LA REALTA' (E ANCHE I CADAVERI) PER POTER SPROLOQUIARE

Stalking sistematico e aggressioni a Milano da parte di centri asociali, anarchici e femmi-naziste…. Come sempre. I tiranni non si smentiscono mai.

Uno si chiede: ma non eravamo in uno Stato libero (liberato a caro prezzo dalla occupazione nazi-fascista)? Non si celebra ogni anno la festa della "Liberazione" dai dittatori?    Macchè!

Se vuoi manifestare il tuo pensiero, e non è allineato con quello che vuole il KGB anarco-comunista di Milano, arrivano le squadracce e le spedizioni punitive,  e te lo devono impedire. 

Così sistematicamente i gruppi pro-life che si trovano davanti ad un ospedale 5 giorni l' anno ,pregando a bassa voce e distribuendo volantini  (non per salvare i beagle, ma gli esseri umani) , devono venire molestati dagli sgherri anarchici di Milano,  arroganti stronzi e stronze che si credono ovviamente i padroni della città e autorizzati a concedere o porre veti a chi vuole manifestare e addirittura pregare. Robe da non credere... E poi parlano di "diritti".

Lo facessero con gli islamici, se avessero il coraggio... Ma il coraggio non ce l' hanno e vengono a importunare gruppi cattolici  che sanno generalmene tenere il controllo e passare sopra le provocazioni.  Ma se la democrazia viene calpestata, non è solo una questione di "cattolici"...utti sono vittime.

Sul sito della "consultoria autogestita" (alias: i delinquenti del centro sociale di via dei Transiti, protetti dalla giunta Pisapia e ignorati dalla magistratura "democratica") leggiamo quanto segue: "non mancherà il solito appuntamento di disturbo, irrisione e sberleffo nei confronti dei preganti".  E ancora: "la nostra presenza ha coperto la loro. Siamo riuscit* a posizionarci proprio vicinissim*e a coprire parzialmente i loro cartelloni fanatici e le loro croci insanguinate..:". Quindi tutto premeditato.

cartello vandalizzato dalle femminaziste di Milano durante una delle loro spedizioni punitive.

cavfoto di imbrattamenti di sedi CAV, pubblicate sul sito della consultoria autogestita di via dei Transiti (http://consultoriautogestita.wordpress.com/)


LA BALLA DELLO "SPONTANEISMO"


Qualcuno (e in particolare le femministe stesse) cerca di far passare queste azioni come “proteste spontanee delle donne” che si ribellano ai loro "oppressori".

In realtà non c’ è niente di spontaneo in queste forme di sciacallaggio, ma il solito atteggiamento costruito e precostituito dei gruppi di dittatori che, dal ’68 vogliono imporre la loro ideologia e devono soddisfare alla loro sete di dominio e di primedonne. Niente di proletario, ma solo snobismo aristocratico e mito del superuomo.

Si da il caso che le “femministe spontanee” vengono dal centro sociale di via dei Transiti. Soliti tiranni che devono prevaricare, occupare abusivamente, issare gli slogan anarchici ,  tanto trendy pure nel terzo millennio, e che fanno tanto “antagonismo”.

Anche sul tema della difesa della vita, devono scegliere la parte dei sanguinari disumani. Devono replicare gli slogan e le parole d’ ordine grottesche e sguaiate che circolano dai tempi della Bonino (quella che aspirava i bambini con la pompa della bicicletta). Tanto per darsi un contegno.

Se andate sui loro siti internet (che nessun magistrato oscura, anche se incitano a delinquere), la  cosa più evidente è la scomparsa del bambini. Non esiste traccia di feti, embrioni o altre “terze parti scomode”. Solo le “donne” e i loro diritti.  Tutto il resto censurato accuratamente. Come nella fiaba del "Re Nudo".

Del resto è ovvio. L unico modo per poter andare avanti a blaterare di “diritti conculcati”, “società patriarcale repressiva”, “Chiesa che stupra e opprime”, ecc.... è occulare i cadaveri dei bambini abortiti. NOn devono esistere e non se ne può parlare.

Se il bambino non esiste, è ovvio che tutti quelli che stanno davanti agli ospedali a pregare stanno solo esprimento la loro cattiveria e volontà di oppressione nei confronti della donna, vogliono riportarle alla società patriarcale, vogliono ucciderle, e... tutta la litania delle stronzate di questo genere…

Se il bambino non esiste... MA SE ESISTE ALLORA CAMBIA TUTTO.  E SONO LORO LE IOPOCRITE CHE STANNO SOLO CERCANDO DI  CANCELLARE LE TRACCE DEI DELITTI CHE SOSTENGONO COME "DIRITTI".

Cimitero per bambini abortiti.  Le femminaziste di Milano non solo difendono l' omicidio, ma non vogliono neanche che se ne parli. Non sopportano nemmeno il seppellimento dei cadaveri da loro generati.

Bisogna cancellare  le tracce dei bambini per poter sproloquiare solo di "diritti delle donne".

Make a Free Website with Yola.