associazione culturale katyn


5 maggio 2015

 NESSUNO TOCCHI MILANO?  MA MILANO LA TOCCANO GIÀ!

Ipocrisia a 180 gradi sui fatti del 1 maggio.   Indignazione a buon mercato da parte di chi tollera (o addirittura appoggia) il sistema di illegalità costituita dei Centri Sociali.

nella foto, il sindaco di Milano Giuliano Pisapia che partecipa alle assemblee dei ladroni del Macao che avevano occupato un grattacielo di 30 piani nel 2012. Che vergogna! Altro che trattative Stato_mafia! (Fra l' altro il Macao adesso se ne sta beatamente (e abusivamente) nell' ex-macello; edificio di proprietà pubblica.

Guarda la versione ingrandita di Mirko Mazzali di Sel, assessore a Milano: infelice accostamento dei marò a ladri e trafficanti di droga in carcere in OrienteMirco Mazzali, assessore alla "sicurezza" del Comune di Milano, difende vergognosamente i centri sociali abusivi.

Una vergogna istituzionale

la pubblicità esplicita del Leoncavallo per Pisapia alle ultime elezioni.


Le femmi-naziste rosse del centro sociale di via dei Transiti incitano a dare fuoco ai Centri Aiuto alla Vita. Ma sono protette dalla giunta Pisapia!!!


CENTRI SOCIALI: UN  SISTEMA DI ILLEGALITA’ E DITTATURA

A Milano sono circa 25 (stima per difetto) i cosiddetti “centri sociali occupati”,  gruppi criminali e nazisti rossi che vivono sulla pratica e l’ esaltazione di ogni genere di reato e sostengono un regime di dittatura dove la legge sono loro (= la città è COSA NOSTRA).. 

E non stiamo parlando solo delle occupazioni abusive (che comunque sono il principale emblema della arroganza e prepotenza di queste persone), ma anche di tutti gli altri reati connessi;  dagli imbrattamenti di muri, alla sistematica affissione abusiva di manifesti, al disturbo alla quiete pubblica,  alla resistenza alla forza pubblica,  ai picchetti “antisfratto” , alle scorribande nelle scuole e nelle università,  alla creazione di esercizi commerciali abusivi e privi di norme igieniche e di sicurezza,  all’ evasione fiscale (totale).

E a ciò si aggiunga l’ arroganza di chi , non  contento di calpestare ogni legge e regola e rivendicare per sé la libertà assoluta (la chiamano “autogestione”) pure di violare la legge,  ha la pretesa di voler tappare la bocca a quelli che non la pensano come loro (chiamati “fascisti”, “razzisti”, ”omofobi”, “clericali” o come vogliano loro).

Incappucciati dello ZAM, sgomberati da via Santa Croce, cercano di occupare un’ altro edificio. E’ possibile che questa gente sia libera di continuare a reiterare reati? Perché non sono in galera?

I palazzi occupati dal CS Cantiere in p-le Stuparich.

 

VANDALISMI SISTEMATICI DURANTE I CORTEI DEL PRIMO MAGGIO

Anche se non sempre succedono cose della gravità di venerdì scorso, tuttavia ogni anno, il MayDay organizzato dalla galassia antagonista provoca danni e vandalismi.  Se non altro causa l’ imbrattamento sistematico di tutti i muri e talvolta anche vetrine  lungo il percorso della manifestazione.   Questi imbrattatori di professione vengono lasciati fare impunemente dagli altri partecipanti al corteo (quelli cosiddetti “bravi”).

Nella foto: imbrattatore fotografato dal sottoscritto durante un corteo dei centri sociali  del primo maggio in via DeAmicis.

Alcuni link sui MayDay di anni precedenti.

mayday2009

mayday 2011

mayday 2013


BASTA CONCEDERE LA PIAZZA AI CENTRI SOCIALI !!

La libertà di manifestare è un diritto sacrosanto, ma non ha nulla a che vedere con l’ apologia di reato e l’ istigazione a delinquere.  Non si può concedere la piazza a chi professa ed esalta la delinquenza, a chi vive sulla rivendicazione del “diritto di reato”.  Che succederebbe se si desse la libertà di manifestazione ad una gang di ladri di auto che vanno in giro a dire che è giusto rubare auto?  o ad una banda di spacciatori di droga che fanno un corteo per esaltare il diritto a spacciare, o ad una associazione di “torturatori di animali” che vorrebbero seviziare i gatti?  La libertà di manifestazione non c' entra con l' apologia di reato e l' istigazione a delinquere (anzi è cosa diametralmente opposta).  I Centri Sociali sono una istigazione a delinquere vivente per il fatto stesso di esistere; in quanto rivendicano con orgoglio le loro occupazioni abusive (cioè dei furti). Figurarsi se poi gli si può permettere  loro di fare pure "manifestazioni"...“


Quelli del CS Cantiere esaltano le occupazioni abusive. “Occupy sfitto”. E li lasciano fare.

 

NECESSARIO L’ USO DELLE ARMI

Qualcuno, dopo i fatti del 1 maggio parla di “successo delle istituzioni”, perché non ci sono stati morti.  Ma che vuol dire?  Che, per evitare il morto, allora di deve lasciar devastare una città? E’ ora di finirla di essere schiavi dei nuovi dittatori e umiliati da essi.  Abbiamo appena festeggiato il 25 Aprile che è stata guerra di liberazione.  Guerra, non noccioline. Si sono usate anche le armi, e sono state uccise delle persone, Ma nessuno si scandalizza. Anzi, fanno le celebrazioni in pompa magna.

E allora, se ci siano liberati da una dittatura, perché dobbiamo soggiacere ad un’ altra?

Le forze dell’ ordine hanno (uniche fra i cittadini) la prerogativa di usare le armi,. E allora le usino!  Non si può stare ad assistere impunemente a gente che da fuoco alle auto e sventra le vetrine dei negozi.

Oltretutto, chi poteva sapere che in quelle auto o dietro a quelle vetrine, o presso quei bancomat non ci fossero delle persone?   In Grecia è già successo che gli anarchici dessero fuoco ad una banca ammazzando delle persone(http://www.ilsecoloxix.it/p/mondo/2010/05/05/AMuJgJfD-grecia_manifestanti_danno.shtml).

 

 

Dal sito web di uno dei centri sociali che hanno organizzato le manifestazioni di venerdi (CSA Vittoria)

 

Dal sito del Cs Cantiere


 

imbrattano felici da anni... Notav, No Expo, No tutto, basta imbrattare


CENTRO SOCIALE

SEDE

NASCITA

PROPRIETA'

NOTE

Cascina Autogestita Torchiera

 P.le Cimitero Maggiore 18

1993

 COMUNALE

 

Cox 18

  via Conchetta 18 (Ticinese)

1988

 COMUNALE

 

Leoncavallo

 via A. Watteau 7 (Greco)

1994

 NON COMUNALE

adesso è diventata comunale?

Casa Loca

 Viale Sarca 183

2003

 NON COMUNALE

 

Casa Loca

 Alcuni appartamenti di Via San Gallo 5

2010

 NON COMUNALE

 

Villa Litta Okkupata

 via Litta Modignani 66

1998

 NON COMUNALE

 

Associazione Culturale Micene

 via Micene 

1993

 NON COMUNALE

 

Adrenaline

 viale Gorizia 28

1980

 NON COMUNALE

 

Associazione Ciurma De Nautilus

 Via Erodoto 16

2011

 NON COMUNALE

 

Transiti, 28

via dei Transiti, 28

1979

NON COMUNALE

ospita la consultoria autogestita (femministe anarchiche)

Panetteria okkupata

via Conte Rosso, 20

1991

NON COMUNALE

 

Circolo dei Malfattori

via Torricelli, 19 (Ticinese)

1993

COMUNALE

trasferito in via Ripa di Porta Ticinese 83, il 12 ottobre 2013

ZAM

via Olgiati, 12

2011

NON COMUNALE

sgomberati, hanno occupato la scuola di via Santa Croce, poi, sgomberati anche da lì, si sonno traferiti in via Emilio Gola

Lambretta

vcia Apollodoro

2012

ALER

sgomberati , hanno occupato in zona isola (via Cornalia 6) uno spazio di 400 mq.

Officine dei Beni Comuni

via Arbe, 50

2012

NON COMUNALE

Sgomberati, sono finiti in uno stabile fra viale Jenner e via Livigno, di proprietà COMUNALE, dove fanno un mercatino abusivo e senza contollo alimentare

MACAO

via Molise, 68

2012

COMUNALE

sono arrivati lì dopo lo sgombero del grattacielo "torre galfa", dove pure Pisapia era arrivato a partecipare alle loro "assemblee"

Laboratorio piano terra

via Confalonieri, 3

2012

COMUNALE

sempore lì, hanno installato una caffetteria e palestra, abusive

CS Cantiere

via Monterosa, 84 (P.le Lotto)

2001

NON COMUNALE

 

CS Cantiere 2

p-le Stuparch

2012

NON COMUNALE

due grandi palazzi occupati

spazio Micene

via Micene (zona San Siro

1995

NON COMUNALE

hanno appena fatto una festa per festeggiare 20 anni di occupazione

CSA Vittoria

via Muratori 43

 

 

http://www.csavittoria.org/ (guardare bene il sito)

Fornace

 Via Moscova, 5  Rho (MI)

2006

 NON COMUNALE

Erano in via San Martino; sgomberati hanno rioccupato in via Moscova, nel 2011

Gruppi vari punkabestia

 Via  Valvassori Peroni

2011

 COMUNALE

sgomberato settembre 2012

occupazioni varie di appartamenti

zona san Siro

 

 

promossi dal Cs Cantiere

Occupazioni universitarie

varie

 

 

 

Circolo anarchico Ponte della Ghisolfa

viale Monza n. 255

 

 

non so se sono abusivi. Sicuramente è abusiva la lapide che hanno messo in piazza Beccaria e che dice che Pinelli è stato ucciso.

 


Make a Free Website with Yola.