16 marzo 2013

CORTEO DAX-ODIA:  I NAZISTI DEI CENTRI "SOCIALI" DEVASTANO MILANO

Al loro  passaggio i manifestanti stanno rovesciando tutto quello che trovano  davanti, bidoni, vasi, e in alcuni casi si stanno accanendo contro le  auto da loro considerate 'di lusso'

La mafia rossa ha raggiunto via Tabacchi dove si trova la sede del commissariato di polizia di zona colpevole, secondo i militanti, di aver aggravato la situazione quella notte di 10 anni fa. Giunti di fronte alla caserma, la coda del corteo si è staccata attaccando, con lancio di sassi e bottiglie l'edificio. La polizia ha risposto alla sommossa con lacrimogeni. Incidenti anche in corso Italia  dove una vetrina di Cariparma è stata sfondata con un piccone. Ad   alcune centinaia di metri i manifestanti hanno lanciato alcuni   fumogeni che hanno sfondato le finestre della scuola militare Teulè,  e imbrattato i muri con la scritta 'scuola di mortè. A Porta Romana il corteo ha assaltato almeno una decina di banche sfondando le vetrine.  Contro la porta della Bnl sono stati lanciati anche alcuni vasi di   cemento che hanno letteralmente sventrato l’ingresso. Al loro  passaggio i manifestanti stanno rovesciando tutto quello che trovano  davanti, bidoni, vasi, e in alcuni casi si stanno accanendo contro le  auto da loro considerate 'di lusso'. Sassaiole, lancio di vernice e un principio di incendio sono invece state riservate alla discoteca "Lime Light", in via Castlebarco prima che i manifestanti giungessero in piazza Gabrio Rosa, zona Corvetto

Questa mafia non è mai denunciata dalle sinistre e dai grillini, che anzi sono compiacenti esaltatori e difensori dei centri sociali,  e chi tace acconsente.

16-marzo-2013


Make a Free Website with Yola.