associazione culturale katyn


I FASCISTI ROSSI a Bologna vogliono impedire di manifestare (e anche di pregare) a chi non la pensa come loro. Centri Sociali, SEL, Rifondazione Comunista, e anche il PD uniti nella censura e nel ripudio della democrazia

DIFENDIAMO LA LIBERTA' IN ITALIA  DAI NUOVI (e vecchi) TIRANNI. E LA MAGISTRATURA INTERVENGA CONTRO I PREPOTENTI DITTATORI, ABOMINIO DEL NOSTRO PAESE

I politici ladri non sono la sola piaga d' Italia.  Ci sono anche i politici tiranni e dittatori.  Questi sono la VERGOGNA peggiore  del nostro paese.
Siamo a 70 anni dalla fine del fascismo e dalla liberazione dal quel regime odioso dove un gruppo di gerarchi non eletti da nessuno si arrogava il diritto di impedire alla gente di professare liberamente le sue idee e manifestare le sue  convinzioni  in pubblico.
Ma il fascismo non è finito. E’ più vivo che mai, anche se siamo nel 2015. Stiamo parlando del fascismo ROSSO, diffuso soprattutto nelle città ROSSE, come Bologna
Infatti ancora oggi vi sono gruppi politici che in questa città pretendono di tappare la bocca a chi non la pensa come loro.   E si organizzano per impedire agli altri di manifestare in pubblico, e perfino di pregare.
Stiamo parlando della galassia di centri sociali,  femministe anarchiche, SEL , Rifondazione Comunista, ecc.   solerti volonterosi carnefici, sempre pronti a scatenare “contromanifestazioni” nei confronti di chi non condivide le loro idee.

E il bello è che costoro sono quelli che, per se stessi, rivendicano il diritto assoluto non solo a manifestare in tutti i modi leciti e illeciti, contestare, fare occupazioni abusive, ecc. ecc.
Però se qualcun altro osa, non diciamo a fare quello che fanno loro,  ma semplicemente a manifestare civilmente e silenziosamente le sue idee in modo del tutti legale, allora si scatena la cagnarra, la censura e l' aggressione.

LA PREGHIERA "SOVVERSIVA"
Pietra dello scandalo è la “preghiera per la vita” che il comitato pro-life No194 intende effettuare sabato 13 giugno in Largo Nigrisoli, davanti all’ Ospedale Maggiore di Bologna.
Rifondazione Comunista, SEL, due centri (a) sociali e due organizzazioni femmi-naziste hanno già dichiarato che intendono “bloccare” il raduno antiabortista.
Chi si credono di essere questi presuntuosi palloni gonfiati per ritenersi in diritto di “bloccare” le iniziative altrui non si sa. Evidentemente il delirio di onnipotenza di questi residui bellici dei peggiori regimi sanguinari della storia è pari solo alla loro arroganza di sgherri.
Una riprova in più che l’ ideologia, il rifiuto di Dio e il comunismo sono dei veri e propri cancri del cervello che riducono gli uomini in bestie (anzi peggio).
Del resto il regime comunista sovietico (dalla cui ideologia provengono Rifondazione Comunista, Sel e pure il PD) è quello che per primo ha introdotto l’ aborto nel mondo, e ha causato milioni (o forse miliardi) di morti a carico del contribuente.
Quindi è ovvio che costoro, per essere coerenti col loro delirio e la loro perversione, debbano impedire agli altri di parlare (e pure di pregare). Sopratutto se chi parla o prega lo fa perché intende mettere il dito nella piaga del peggiore genocidio della storia (l' aborto).. Genocidio che ovviamente deve essere censurato, perchè rimorde troppo alla coscienza di questi carnefici (ammesso ne abbiano ancora una). Non bisogna far sapere agli italiani che , oltre a foraggiare i politici ladri e corrotti, stanno foraggiando da 35 anni un autentico genocidio di Stato, fomentato proprio da coloro che oggi vogliono impedire ad un gruppetto di pro-life, perfino di dire il rosario in pubblico.





LA FACCIA TOSTA SENZA LIMITI DEI TIRANNI
La faccia tosta di questi nazisti rossi è veramente senza limiti.   Addirittura hanno detto che la preghiera per la vita ostacolerebbe le attività dell’ Ospedale.
Pensa te!  Quelli che si arrogano il diritto perfino di fare occupazioni abusive, adesso fanno i “legalisti” nei confronti di un gruppetto che si mette a pregare su un marciapiere!
Le preghiere per la vita del comitato NO194 non hanno mai provocato nessun disturbo alla attività degli ospedali. E gli unici disturbi son venuti da gruppi di femministe e centri sociali “contestatori”.
Il “gioco” che cercano di fare gli antagonisti sarà anche stavolta lo stesso.  Andare lì ad urlare e fare “casino” per poi poter dire che le preghiere per la vita “disturbano l’ ordine pubblico”.

Esempio dei manifesti esposti dalle "femministe" contro il comitato NO194 durante le preghiere per la vita davanti alla clinica Mangiagalli di Milano. Ecco la "democrazia" di chi contesta i pro-life. Invece di stigmatizzare questi criminali, le sinistre vogliono impedire ai pro-life di manifestare. Difendono i carnefici e se la prendono con le vittime.

 
VIETATO MANIFESTARE IDEE DIVERFSE DALLE LORO
E’ incredibile la spudoratezza e la mancanza di ogni spirito critico di questa gente squallida e ignorante, che ha gettato ogni maschera di pseudo-democrazia e rispetto della libertà altrui. Nei loro comunicati si trovano le solite dichiarazioni sui “diritti delle donne”, sull’ attacco alla legge 194, sugli “obiettori che aumentano”.  Ovvio che loro possano pensarla come vogliono, ma a questo loro aggiungono un passaggio successivo. E cioè “le nostre idee sono le uniche che possono essere manifestate: Chi la pensa diversamente da noi, non deve parlare”:  E’ un passaggio da vero regime fascista.  Perché il fatto che tu non sei d’ accordo con qualcun’ altro, non vuol certo dire che questo qualcun’ altro non possa esprimere le sue idee.  La radice della democrazia è proprio il contrario.  Non è che tutti debbano avere le stesse idee per poter parlare, ma che, pur avendo idee diverse tutti possano professarle liberamente.
Il ragionamento opposto ("tu hai idee sbagliate, e quindi non devi parlare") è la radice della dittatura.
Sel, Rifondazione , Centri sociali , parti del PD che “ragionano” in questo modo devono essere banditi della società. Perchè sono dei dittatori che non accettano i principi di base di un sistema democratico.
Altro che “bloccare il raduno antiabortista”. Sono loro che devono essere bloccati.

FASCISTI E ANTIFASCISTI
Tirano fuori la storia di "Forza Nuova" ( gli odiati "fascisti". ) che parteciparebbe alla giornata di preghiera.
Ora, a parte il fatto che i peggiori fasciti e nazisti sono quelli che sostengono l' aborto legalizzato e fatto pagare ai contribuenti, e che hanno sulla coscienza oltre 6 milioni di morti innocenti
A parte questo, fanno finta di non sapere che il comitato No194 è del tutto apolitico e apartitico, e non può , neanche volendo, escludere nessuno sulla base della appartenenza politica.  L' unica cosa richiesta è che chi partecipa alla manifestazione lo faccia a titolo personale, sensa sigle e bandiere.    Può partecipare chiunque sia contro l' aborto e la legge 194. Pure Vendola, Renzi, i militanti dei centri sociali, spacciatori  di droga, ladri, femministe e qualunque essere umano.    
Del resto penso che anche tanti di sinsitra si ritrovino talvolta in pizzeria assieme a gente di destra, e non pretendono che il gestore del locale "scacci" quelli che hanno idee diverse dalle loro.

PARTITO "DEMOCRATICO" ?  SI, DEMOCRATICO COME LA COREA DEL NORD
E anche il PD (partito “democratico”) si associa alla richiesta di censura. O almeno una parte di esso.  Pare vogliano preparare una ordinanza "ad hoc", cioè "ad personam"... contro le persone che vogliono pregare il 13 giugno contro l' aborto.
Ciò non stupisce più di tanto. Infatti la parola "democratico" che compare nel nome del partito di Renzi, la ritroviamo nelle peggiori dittature ROSSE che si sono succedute nella storia. Anche la Germania dell' Est era "democratica". Vi ricordate?
Il concetto di "democratico" delle sinistre è spesso usato per significare il contrario esatto, cioè non la libertà e il pluralismo, ma il "potere del popolo" (il loro popolo), comunque acquisito e conservato.
Chiediamo solo a tutti coloro che in Italia accettano e difendono la libertà di REAGIRE A QUESTE VERGOGNE E DENUNCIARE CON TUTTA LA FORZA ALLA OPINIONE PUBBLICA QUESTI PARTITI AFFINCHE' VENGANO CONOSCIUTI PER QUELLO CHE SONO, CIOE' DITTATORI IPOCRITI CONTRARI ALLA DEMOCRAZIA; AL DIRITTO E ALLA LIBERTA'.  I VALORI FONDANTI DEL NOSTRO PAESE.


LA MAGISTRATURA INTERVENGA  PER FAVORE!
E' mai possibile che in un paese libero e democratico qualcuno possa lanciare su internet proclami del tipo "blocchiamo il raduno",  e "poniamoci  l' obbiettivo di impedire il sit-in dei cattolicim integralisti".., cioè impedire la libertà altrui?
Chiediamo che la magistratura metta sotto inchiesta  tutti coloro che stanno incitando alle intimidazioni e al "farsi giustizia da se".
O meglio "farsi ingiustizia".

Ecco alcuni link:
http://www.prcbologna.it/2015/05/30/no13giugno/
https://www.facebook.com/events/674588989352352/
http://www.sel-bologna.com/blog/2015/05/28/legge194-fermate-la-manifestazione-degli-antiabortisti-al-maggiore/

http://www.radiocittadelcapo.it/archives/tpo-e-labas-in-piazza-contro-gli-antiabortisti-di-no194-161353/

dott. Angelo Mandelli
via dei Martiri, 1 Cesate (MI)
comitato antinazista, antifascista, anticomunista e antiabortista

leggi anche questo:
http://www.ilrestodelcarlino.it/accadono-cose-strane-1.1035969
ponendoci nell’immediato l’obiettivo di impedire
Blocchiamo il raduno antiabortista del 13 giugno davanti all’ospedale Maggiore. - See more at: http://www.prcbologna.it/2015/05/30/no13giugno/#sthash.zqNVuR18.dpuf
Blocchiamo il raduno antiabortista del 13 giugno davanti all’ospedale Maggiore. - See more at: http://www.prcbologna.it/2015/05/30/no13giugno/#sthash.zqNVuR18.dpuf
Blocchiamo il raduno antiabortista del 13 giugno davanti all’ospedale Maggiore. - See more at: http://www.prcbologna.it/2015/05/30/no13giugno/#sthash.zqNVuR18.dpuf

Make a Free Website with Yola.