associazione culturale katyn


LA TOLLERANZA VERSO I CENTRI ASOCIALI GENERA DITTATURA E OPPRESSIONE. COME VOLEVASI DIMOSTRARE

Ad iniziare dal cosiddetto "leoncavallo", ormai sono decenni che  gli sgherri dei centri a-sociali e le loro occupazioni abusive godono di grande tolleranza, anzi  vengono lasciati dilagare  e diventare elementi del paesaggio urbano.
E con essi tutte le loro illegalità e abusi.

Ovvio che questa gente, come tutti i bambini viziati,  diventino sempre più arroganti e prepotenti e si credano in diritto di fare quello che gli pare.

L' amministrazione Pisapia, ex-sessantittina, ideologizzata e legata a quel connubio criminale fra totalitarismo rosso e permissivismo movimentista (ma solo verso i loro amici) non poteva che portare questo fenomeno alle sue derive peggiori.

L' amministrazione arancione e tutta la sua corte di comunisti (o fascisti rossi che dir si voglia) sparpagliati nei vari comitati e consigli di zona, è un esempio vhttp://sitebuilder.yola.com/ide/index.jsp?siteid=8a49866a25312b8f012535f6d6be6a74#ergognoso di omertà e collusione con la delinquenza organizzata.

Il tutto però tacitato e minimizzato da una stampa compiacente, dalla magistratura che guarda sempre da un' altra parte, dai politici della "nuova opposizione" moralistica  e indignata (tipo M5S) che in realtà sono più corrotti, tatilitari e ipocriti della classe politica che dicono di voler "riformare".

Basti pensare al Pisapia che partecipa alle assemblee del Macao durante le occupazioni del Macao, e che poi li lascia prosperare nell' Ex-Macello. Roba da mandarlo subito in galera.
O a quell' altro (Boeri) che batteva le mani al Macao stesso e alla sua occupazione abusiva.
Basti pensare alle "rimostranze" di Pisapia e assessore Majorino dopo lo sgombero del "lambretta"  (tant' è che ora le villette Aler sono di nuovo occupate dai nazisti rossi).
Basti pensare allì assessore Chiara Bisconti che mette sul suo sito Facebook le foto dei graffiti illegali dello Zam.
O al consigliere di Zona Fregoni che difende l' occupazione abusiva dell' appartamento comunale di via Confalonieri.
Basti pensare all' assessore Mirko Mazzali che paretecipa ai convegni al Laonka (vioè in un edificio occupato abusivamente, redendosi corresponsabile di un reato).

O all' assessore alla casa Castellano, che dichiarava che le occupazioni abusive non sono reato. O a Basilio RIzzo che vorrebbe che i ladroni della Torchiera partecipassero al bando per la sua assegnazione (premiare i ladri, ecco l' etica politica  della sinistra milanese).

Pensiamo anche a tutte le manifestazioni fatte dal centro sociale CS Cantiere abusive e vandaliche, denomitate "Occupy Estate".  Pensate che qualcuno li abbia fermati? Pensate che ci sia stata qualche mozione in Comune per denunciare queste forme di dittatura?  Pensate che qualcuno abbia fermato i writers dei centri sociali quando per tutto un giorno hanno imbrattato il cavalcavia Bussa?   Niente di tutto ciò!

Questa gente infame risiede negli scranni comunali o nei consigli di zona. Nessun magistrato li fa oggetto di indagini . Nessuno li sbatte in galera.  Stanno a "governarci" (si fa per dire)... Governati da ladri e amici di ladri.  Da una associazione a delinquere.

Non come i politi "ladri" che siamo abituati a vedere sbattuti in prima pagina. Questi alla fine sono più  "onesti" perchè almeno hanno il pudore di fare le loro porcherie di nascosto e cercano di dissimularle.

Ma qui c' è gente che si vanta della sua delinquenza e dell' appoggio che da ai criminali che commettono reati.









Make a Free Website with Yola.