associazione culturale katyn


IL METODO GAY (e tipico di tutte le dittature) DELLA MENZOGNA, DIFFAMAZIONE E ISTIGAZIONE ALL' ODIO


Il metodo della menzogna e della diffamazione per istigare all' odio verso i propri nemici è un metodo ben collaudato nel corso della storia.
L' hanno usato tutte le dittature criminali.  Si costruiscono degli sterotipi per etichettare i propri nemici e poi si additano al pubblico disprezzo non in base a quello che effettivamente sono, ma in base a quello che si vorrebbe che fossero.
Così Hitler poteva incitare all' odio verso gli Ebrei, dopo averli etichettati come strozzini e ladri.  Mao Tze Tung poteva scatenare i pogrom verso i cristiani cinesi dopo averli etichettati come "imperialisti". E così via.
Ma ci sono anche esempi attuali, molto chiari.
Se andate sui siti Internet di alcune associazioni gay, potete trovare un campionario ben fornito di ogni genere di mistificazione, menzogna e volgarità nei confronti di chi non condivide le loro idee.
Cliccare per credere.  Ad esempio potete andare sul sito http://gayburg.blogspot.it/2015/07/lagesci-sponsorizzera-un-convegno.html?m=1#.
E' stato pubblicato un post inferocito perchè l ' Ageci di qualche luogo d' Italia si sarebbe permessa di aderire ad un convegno del presidente dei Giustisi per la Vita Gianfranco Amato.

Innanzitutto non si capisce cosa gliene freghi a loro se l' Agesci aderisce o non aderisce ad un convegno. Perchè non si fanno i cavolacci loro?  Ma ciò si inquadra perfettamente nell' atteggiamento di questi sgherri che pretendono di dettare legge in casa degli altri e imporre la censura a chi non la pensa come loro.

Poi nell' articolo si lasciano andare in affermazioni gratuite e diffamazioni di ogni tipo. Evidentemente a questa gente non compete il metodo della correttezza, della onestà intellettuale   e del contatto con la realtà, ma solo il desiderio di colpire, aggredire in base alle loro idee preconcette e ai i loro slogan precostituiti

Senza preoccuparsi minimamente di quello che può aver detto il "nemico" Gianfranco Amato,  parlano  di "convegno omofobo", di "derisione della dignità umana", di "sostegno alla diffusione della discriminazione" e  via delirando.

Ci sarebbe perfino da ridere, se la cosa non fosse terribilmente seria, nel leggere frasi come questa: "Si pensi anche solo a come le Aquile randagie sfidarono la volontà di Papa Pio XI (che nel 1927 sciolse i gruppi scout per lasciare spazio ai balilla) e lottarono nella clandestinità contro il regime fascista e i loro proclami inneggianti alla superiorità della razza. Ora, ottant'anni dopo, il simbolo che accompagnò quelle battaglie appare sulla locandina di un convegno che vuole rivendicare presunti diritti di nascita basati sull'orientamento sessuale"...  
Voi capite cosa vuol dire "
rivendicare presunti diritti di nascita basati sull'orientamento sessuale".   Dire che uno nasce maschio o femmina sarebbe "presunto"?  Sostenere che gli esseri umani sono uomo e donna sarebbe  inneggiare alla "superiorità della razza"?
Se riconoscere delle diversità fosse "razzismo", allora sarebbe razzista anche solo che afferamasse che una persona bionda è bionda, oppure uno alto è alto, oppure che Balotelli ha la pelle nera.  Dovrebbe essere vietato affermare tutto ciò.  E in effetti è quello che vogliono. In sintesi sintesi l' obbiettivo della teoria gender è proprio questo: pretendere di combattere le discriminazioni cancellando le differenze.  Che è una pretesa assurda e opposta alla verità. Le discriminazioni si combattono non cancellando le differenze, ma accettandole in pieno.

In realtà, alle associazioni gay, non interessa un bel niente che gli omosessuali siano rispettati. Interessa che l' omosessualità venga sdoganata una cosa normale , buona e giusta da proporre a tutti come un valore.  Ma soprattutto a loro interessa imporre questa idea e impedire che qualcun altro dica cose diverse.  Se lo dicesse verrbbe ipso facto accusato di razzismo.  Questa gente ipocrita e prepotente parla  di libertà e di diritti, ma vuole togliere i diritti agli  altri
Perchè uno non deve poter dire che l' omosessualità è anormale e che i sessi sono fatti per essere complementari, allo stesso modo per cui a loro è concesso dire il contrario?   Perchè chi afferma che l' omosessualità è sbagliata incita al bullismo e alla violenza?  Ma allora anche uno che dicesse che la prostituzione è sbaglaita inciterebbe al linciaggio delle prostitute. O uno che che dicesse che la masturbazione non è buona cosa inciterebbe al pestaggio di chi si masturba. O chi dicesse che l' adulterio è un peccato inciterebbe al bullismo verso gli aduilteri.
Questa marmaglia disonesta, con al scusa di combattere la violenza o il bullismo ivorrebbe impedire ogni possibilità di giudizio e di pensiero agli altri, su cosa è giustop o iongiousto, buono o sbagliato.

Disonsiti come sono, cercano di far passare gli altri come "razzisti" o "nazisti", per tappare loro la bocca.
Gli ideologo fanatici gay cercano di accreditare una teoria assurda, e cioè che parità coincida con uguaglianza. Cioè che l' unico modo per ottenere la parità fra le persone sia considerarle tutte uguali e cancellare le distinzioni.
Fanno finta di non capire che un conto è la parità di dignità e di opportunità; un conto è negare le differenze.
Se uno sostiene che gli uomini sono uomini, e le donne sono donne secondo loro negherebbe la parità... Si può pensare ad una assurdità maggiore di questa?
Scrivono "Giuristi per la vita: parità fra uomo e donna in campo lavoratico e politico è ideologia gender...".
Vera e propria idiozia e diffamazione, perchè nessuno dei giustisti per la vita ha mai detto che è contro la parità fra uomo e donna in ambiente lavoratiovo e politico.  E' solo una delle tante affermazioni del blog che incitano alla demonizzazione e all' odio.

Il blog poi degenera sempre di più in trivialità sciagurate e diffamazioni.
Si afferma ad esempio  che Amato promuoverebbe la "sterilizzazione dei trans". Ma dove sta scritto? Chi mai l' ha detto? Vergognatevi!
Non parliamo deri "commenti" del lettori.
Come questo:
"Chiunque abbia dato quel patrocinio deve essere allontanato dai ragazzi. Solo una persona perversa e malvagia potrebbe sponsorizzare un evento simile"
Oppure questo:
"
Quel logo deve essere tolto. Non è tollerabile che un simbolo di un'associazione a cui ho dedicato vent'anni della mia vita venga usato per rivendicare odio attraverso falsificazioni di un criminale che dovrebbe stare un carcere (e non a tenere comizi in cui si chiede la sterilizzazione forzata dei transessuali e la persecuzione dei ragazzi gay)"

A questo punto apparirà a tutti chi sono i veri "fascisti", istigatori all' odio e diffamatori.....

Make a Free Website with Yola.