associazione culturale katyn




Ecco come i nazisti rossi di Milano , come i fascisti rossi di Cuba e Corea del Nord (e prima Hitler e Mussolini) strumentalizzano pure lo sport per i loro fini politici.

Mentre le persone normali e libere fanno sport per piacere o per agonismo, o per stare in forma, presso i centri antosociali di Milano vale il principio per cui uno fa sport per essere "antifascista", "antirazzista", "antisessista". ecc...Magari Notav.

Ovviamente non si fa lo sport "antiabortista" o "antitasse" o "anticomunista", o "anti.integralismo.islamico".  Solo le motivazioni "politicamente corrette" sono previste dal regime.

I ladroni fanno tutte queste attività in edifici rubati.

Per il vostro sollucchero e per le vostre ilarità riportiano un pezzo tratto dal sito del Cs Cantiere ci Miano, che fanno lo sport antifascista negli edifici occupati di p.le Stuparich....

In giallo le frasi che ci hanno fatto più sbellicare dalle risate......

In rosso quelle che più fanno scandalosamente a pughi fra do loro. 

Alla fine anche i compagni "tengono famiglia"....Quindi anche se loro si "sottraggono alle logiche di mercato", però da qualche parte i soldi li devono prendere.....



tratto da :   http://www.inventati.org/sms-milano/wordpress/?page_id=31 :

palestraCHI SIAMO?
Siamo i ragazzi del centro sociale cantiere, che dopo 13 anni in via monterosa 84 sentivamo il bisogno di più spazi per poter ampliare le progettualità che abbiamo portato avanti nel corso degli anni. Il 24 Aprile abbiamo deciso di dare vita ad SMS, lo spazio di mutuo soccorso un altro luogo concreto di risposta alla crisi. Tra i vari progetti è stata costruita ed aperta una Palestra Popolare: uno spazio antirazzista, antifascista, e antisessista dove intendere lo sport come incontro e scambio, come costruzione di relazioni, come contaminazione tra stili e culture diverse, che ripudia l’attitudine allo scontro e alla sopraffazione, all’odio e all’intolleranza.

COME E PERCHE’ UNA PALESTRA POPOLARE?
Hurricane non è un servizio ma una pratica di conflitto, si trova in uno spazio occupato che è stato sottratto alle speculazioni edilizie, riqualificato e aperto alla città; è una pratica di reddito indiretto poiché permette di fare sport di qualità, in maniera differente da quella proposta dalle palestre di mercato, risparmiando centinaia e centinaia di euro al mese richieste per poter frequentare un corso.
Lo sport è uno dei mezzi più efficaci per spiegare anche ai giovani cosa significhi l’uguaglianza e la solidarietà, i principi dell’antirazzismo, dell’antifascismo e dell’antisessismo, nello sport così come nella vita di tutti i giorni. Dare vita e costruire un progetto di palestra popolare significa per noi farlo in maniera autogestita, mettendo in comune risorse e saperi, costruendo un luogo dove lo sport sia passione e fatica ma soprattutto voglia di allenarsi e migliorarsi senza mai abbassare la testa!
RICORDA:
-La palestra è autonoma e si autofinanzia tramite iniziative mensili e settimanali. Tutti dobbiamo proporre e costruire iniziative di socialità ed autofinanziamento,  partecipare e coinvolgere amici parenti conoscenti etc.etc.
-La sottoscrizione mensile che ci chiediamo va a coprire le spese di gestione della palestra, dalle pulizie alle piccole riparazioni, ai miglioramenti. Le iniziative come le cene, grigliate e altre iniziative di autofinanziamento servono per i lavori straordinari ( riscaldamento, docce, acquisto tatami, ring etc. etc. )
- Aiuta la palestra a crescere, distribuisci i volantini nella tua scuola, nella tua università, nel tuo luogo di lavoro o il sabato sera dove esci a bere!
COSA FACCIAMO?
La palestra propone all’incirca 10 corsi alla settimana ed è dotata di due sale attrezzi aperte praticamente 12 ore al giorno, ma la palestra non è solo la palestra! Infatti è dotata di un ambulatorio medico popolare presso il quale si possono fare le visite mediche sportive e una sala (presso il cantiere) dove fare il terzo tempo ma anche proiettare partite e tornei sportivi a cui siamo interessati!
L’ORGANIZZAZIONE
Per portare avanti la palestra popolare ci riuniamo tutti i martedì alle 19.15, dove decidiamo le iniziative, i turni di pulizia e discutiamo nuove proposte. L’assemblea e l’organizzazione sono l’unico modo che abbiamo per continuare a fare sport popolare di qualità, per cui partecipiamo anche alle assemblee della palestra!
Make a Free Website with Yola.