associazione culturale katyn


 Il linciaggio verso politici e istituzioni genera mostri


occupazioni 4occupazione


I giornali e i telegiornali fanno finta di niente, o la trattano come una questione marginale, ma la situazione che si sta creando in alcune città italiane è veramente allucinante.
Gruppi anarco-delinquenziali (i cosidetti “centri sociali”) da sempre fautori della illegalità e della prepotenza come sistema di lotta politica, stanno sfruttando la situazione di delegittimazione di politici e istituzioni per imporre il loro sistema di criminalità organizzata.
Hanno buon gioco a far leva sul sentimento di indignazione e ribellismo contro i “politici ladri” e le “istituzioni corrotte”, per giustificare il loro comportamento.
Ma quello che stanno imponendo questi gruppi di disgraziati  è molto peggio di quello che esiste adesso.
Si passa infatti da una situazione in cui ci sono elementi di corruzione e di cattiva gestione, ma comunque all’ interno di un sistema democratico, ad una situazione di dittatura totale, dove gruppi di fetenti sgherri possono inventarsi  le leggi che vogliono e imporle a tutti.  Il peggiore dei mondi possibili.
Basti pensare alla situazione che si è creata a Milano dove gli sciacalli dei centri asociali (Cantiere, Comitato Abitanti  di San Siro, ecc.)  ormai occupano abusivamente gli appartamenti dell’ Aler e altri edifici pubblici e privati.

  La foto a destra è stata pubblicata sul sito web degli stessi delinquenti anarchici (www.cantiere.org) e rappresenta i lavori di demolizione interna che stavano facendo nei palazzi rubati in p-le Stuparich a Milano (zona San Siro).

Senza parlare dei loro siti Internet che fanno sistematicamente istigazione a delinquere e apologia di reato. Addirittura organizzano "corsi di hacking" dove insegnano a sabotare sistemi informatici.

Questa situazione dovrebbe far riflettere tutti coloro che oggi sono dediti al linciaggio sistematico di politici ed istituzioni.
Senza nulla togliere al diritto di critica e di denuncia, bisognerebbe innanzitutto essere più onesti e non far passare tutto come “malaffare” o “mafia”. E poi prendere le distanze dai dittatori che vogliono sfruttare la situazione per imporre una vera e propria  dittatura.

Non solo, ma dovrebbero finire sul banco degli imputati tutti quei partiti, movimenti e politici singoli che in questi anni hanno sempre protetto e difeso le illegalità e gli abusi di centri sociali, gruppi di antagonisti. Come quei mafiosi che hanno sempre avuto un grande "tolleranza" (per non dire aperto appoggio aperto) verso le occupazioni abusive.

Make a Free Website with Yola.