La nostra associazione trae il nome e l' ispirazione dall' episodio del massacro di Katyn, commesso dai sovietici nel 1940 e recentemente descritto in un bellissimo film di Andrzeja Wajda.

Cosi' come nel secolo scorso i dittatori comunisti che avevano invaso la Polonia (e che avevano ammazzato 22.000 ufficiali polacchi) avevano imposto la menzogna per proteggere i loro crimini e cercavano di  farsi passare come "liberatori" e "giustizieri"...

... allo stesso modo oggi i dittatori comunisti italiani residui cercano di farsi passare come "centri sociali" e di dissimulare la natura prevaricatoria delle loro azioni (il furto, l' abuso, l' illegalita, i manifesti abusivi appiccicati dovunque, le scritte minacciose sui muri (degli altri),  le incursioni squadristiche per tappare la bocca a quelli che non la pensano come loro) e per cercare di nascondere la natura totalitaria del loro essere dietro la parola "democrazia" o "conquista di spazi sociali".

Questi "liberatori" li conosciamo benissimo.  Sono gli stessi che, dopo il '68 spadroneggiavano nelle scuole, nelle universita' e in certe fabbriche... Solo odiosi tiranni e disonesti (anche nel pensiero e nel linguaggio).  Ma proprio per questo dediti alla prepotenza, unico modo che hanno sempre avuto i tiranni per imporsi, visto che nessuno li ha eletti.

Parlano di "giustizia sociale" e si appoggiano a tutti i problemi possibili (che certamente non mancano e non mancheranno mai), per tirare l' acqua al loro mulino "rivoluzionario".

Anche questo tipico di tutti i regimi fascisti e comunisti.   

In realta' tutti sappiamo che le "cure" dei tiranni e dei prepotenti (e dei mafiosi) sono  molto peggiori del male che dicono di voler sanare.

Come una persona povera mai vorrebbe rivolgersi ai deliquenti e ai rapinatori per migliorare la propria condizione economica, ma preferisce morire di fame piuttosto che darsi in mano ai disonesti,  cosi' nessuno sente il "bisogno" di certi "avvocati".

E, come in tutti i regimi che si rispettano sono protetti da tanti.... anche tanti media e politici che si indignano per tutte le "illegalita'", ma tacciono regolarmente sui misfatti dei loro amici dei "centri sociali"... Chissa' perche'....


 

Make a Free Website with Yola.