I centro a-sociali cercano sempre di farsi passare come "perseguitati", "vittime", "repressi", "antagonisti", ecc. 

TUTTE BALLE. Se c' e' gente coccolata e piena di favori dal sistema (soprattutto mediatico) sono proprio loro.

Anche quando si comportano in modo illegale e delinquenziale, i giornali FANNO FINTA DI NIENTE e sono sempre pronti a riportare tutti i loro proclami. Li intervistano e li pubblicizzano come STAR.  Tacciono sulla loro illegalita' e disonesta'.

Li chiamano i "ragazzi" del centro sociale, con affetto e tenerezza..... Come fossero i "ragazzi del muretto".... poveri cocchi.

Negli ultimi giorni abbiamo visto ad esempio il Giorno (ex grande giornale lombardo...ora caduto piuttosto in basso...) dedicare articoli su articoli alla "proposta" di premiare un graffiaro abusivista che imbratta i muri della nostra zona.

Robe da non credere!  La prossima volta consigliamo al quotidiano lombardo di mandare i cronisti direttamente davanti alla neurodeliri e dedicare un po' di articoli al primo matto che esce fuori con lo scolapasta in testa, credendosi Napoleone.

Ma il Giorno purtroppo non e' l' unico.  Anche sul Corriere abbiamo visto artcoli dove si parlava delle "iniziative" dei bravi ragazzi della Fornace (ardente).... ovviamente senza dire UNA PAROLA che stanno illegalmente in un edificio rubato e scassinato.

Poi sono gli stessi giornali che ci fanno la predica sulla legalita....

POVERI NOI.  Altro che regime fascista!

C.F.