I CITTADINI CHE VIVONO ATTORNO ALLA FORNACE NON VOGLIONO LA FORNACE!!!

Firmano in massa per lo sgombero del centro "sociale"

La scorsa settimana, accogliendo le proteste e l’ indignazione della gente che vive (si fa per dire) attorno al cosiddetto “centro sociale Fornace”, siamo andati ad effettuare una raccolta firme.
In poco piu’ di 3 ore, abbiamo raccolto quasi 50 firme dei cittadini che risiedono  nella parte di via San Martino vicina al centro,  via Tonale,  e all’ inizio di via Olona. 
Piu’ che una raccolta firme e’ stato un plebiscito.  Infatti quasi tutti quelli che erano in casa hanno firmato, e con grande piacere!  E quei pochi che non lo hanno fatto (4/5 su 50) non lo hanno fatto piu’ per sfiducia nell’ ennesima raccolta firme (ce n’ erano gia’ state).  Come quel  signore ci ha gridato dal citofono “Scacciateli! Non servono le firme!”
Hanno firmato con grande entusiasmo anche gli  extracomunitari , nonche’ le donne anziane e malate. E i poveracci.  Alla faccia della demagogia del centro “sociale”  che blatera sulla conquista degli spazi “per il popolo”  e secondo cui a non volerli sarebbero solo i “fascisti” e “razzisti” della giunta comunale.
Se la Fornace facesse un servizio cosi’ utile alla popolazione perche’ la gente non li vuole?
Oltre a raccogliere le firme, abbiamo anche parlato con la gente, che non si e’ fatta pregare,  ma ha sfogato con noi tutta la propria rabbia e indignazione, non solo per le notti passsate in bianco per via della musica a tutto volume durante le feste, ma in generale per  motivi etici.  Perche’ la gente onesta e semplice non tollera questa esibizione di illegalita’, arroganza, abuso sotto gli occhi di tutti e a cui  non si riesce inopinatamente a mettere fine.
Molti ci hanno chiesto da dove viene la corrente elettrica e l’ acqua di cui gli abusivi  fanno largo uso  e che con tutta probabilita’ e’ tutta la collettivita’ a dover pagare (cornuti e bastonati).
Fornace , come e’ loro abitudine  (abitudine alla mistificazione) cerca di far passare l’ opposizione al centro “sociale” come un affare privato fra loro e il Sindaco o la giunta.
Invece NON E’ VERO NIENTE.   E’ IL POPOLO A NON VOLERE LA FORNACE.  E’ il popolo a non tollerare l’ illegalita’.  E’ la gente di Rho a non volere la Fornace!!!!  E anche gli extracomunitari che vivono in zona. Quindi i veri razzisti sono quelli di Fornace.