FORNACE = DITTATORI

Quelli del centro sociale Sos Fornace di Rho dimostrano continuamente la loro natura arrogante e prepotente.
Il sottopasso della stazione di Rho è stato di nuovo tappezzato dai loro manifesti "Fagliela pagare".  Evidentemente tutto è loro proprietà privata.
Qualcuno glieli aveva un po' rovinati i manifesti, ma loro (i padroni della città) non potevano certo tollerare un simile affronto.
Sono ritornati con una colla speciale, per cui i manifesti sono diventati praticamente inamovibili e saldati alle piastrelle.
Quello che loro decidono deve essere legge. Anche se è una legge che nessun parlamento o consiglio comunale ha mai stabilito.
I manifesti si scolleranno forse fra 5 anni. E bisognerà aspettare che si scollino da soli, visto che il sindaco Romano non brilla certo dalla voglia di scollarli a mano.

Del resto questi imbrattamenti seriali della stazione (e di altri posti) da parte della Fornace (e dei loro amici degli altri Centri Anti-sociali) non sono certo una novità.
Ma fanno comunque rabbia.  Come tutti i regimi fascisti fanno rabbia alle persone che hanno ancora un po'  di dignità e spirito libero e non sopportano di essere trattate come schiave e sudditi dal nuovo regime anarco-comunista.
Qualcuno dovrebbe spiegare alla Fornace che non sono i padroni della città, e che qualsiasi "ingiustizia" del potere costituito  (compreso pagare troppo i biglietti del treno) è nulla in confronto al dover subire la  legge di un gruppo di individui non eletti da nessuno i quali decidono per tutti..
Se le stazioni sono "Cosa Nostra" per i centri sociali, allora faremmo bene a catalogare questi gruppi nella categoria della MAFIA e combatterli come tali. E includerli negli obbiettivi di pubblico disprezzo quando si fanno le carovane antimafia "contro tutte le mafie".

La Fornace e gli altri anarco-stronzi si arrogano il diritto di fare quello che gli pare, perchè dicono che loro hanno "ragione"  (e gli altri hanno torto) e quindi quello che fanno è "giusto". Se uno ha ragione che bisogno c' è di rispettare qualche legge, no?

Peccato che lo stesso ragionamento lo potrebbe fare chiunque.  Chiunque è convinto di avere ragione (e gli altri torto). Anche Hitler o Al Capone.

E' proprio per questo che ogni società civile ( di qualsiasi orientamento politico) si basa su delle leggi che non possono essere stabilite unilaterlmente dal primo che capita.

Invece la Fornace e gli altri anarco-stronzi si basano sul principio opposto. Il principio mafioso del "io faccio quello che mi pare e delle regole me ne frego".

Immaginate una partita di calcio in cui non ci sono regole. Dove una squadra, o alcuni giocatori possono inventarsi le regole unilaterlmente, magari prendere la palla con le mani, pestare l' arbitro, allargare la porta.  Si può pensare che una cosa del genere sia meglio delle regole e degli arbitri stabiliti, per "venduti" che possano essere?


Make a Free Website with Yola.