BONANNI E DELINQUENZA DEI CENTRI SOCIALI: SE NE ACCORGONO SOLO ADESSO?

Dopo l' aggressione squadristica a Bonanni, tutti i giornali, i politici e le istituzioni grondano di indignazione e condanne.
Ma tutti costoro non si erano accorti prima di cosa sono e cosa fanno i cosiddetti "Centri Sociali"?
Da anni queste associazioni a delinquere praticano e predicano  l' illegalita', le occupazioni abusive, l' anarchia, gli assalti alle sedi istituzionali, le intimidazioni a tutti coloro che la pensano diversamente, In pratica sono dittatori.
Senza parlare delle "feste" abusive che fanno nelle loro "sedi" occupate (cioe' edifici altrui che loro hanno rubato) rovinando la vita alle popolazioni abitano attorno.
Ad esempio il sottoscritto scrive dalle vicinanze di Rho, dove uno di questi centri anti-sociali (si chiama "Fornace") sta occupando da anni un edificio di una ditta.
Lo hanno addirittura rioccupato dopo lo sgombero della polizia 2 anni fa.
Ora ci fanno dentro tutti i loro porci comodi (copresi i soliti festini con musiche assordanti fino alle 5 del mattino). Spacciano alcoolici, non pagano le tasse, non si sa da dove prendono la corrente elettrica.
La zona circostante (stazione compresa) e' periodicamente imbrattata da graffiti, scritte minatorie, manifesti abusivi.
Dalla loro "base" partono per incursioni squadristiche nelle sedi istituzionali. 
Il sottoscritto e' stato presente durante uno dei loro assalti in un pubblico convegno intercomunale lo scorso novembre.
Sono entrati con le bandiere e le urla.  Sono saliti sul palco degli oratori coi megafioni per fare il loro comizio, tappando la bocca agli oratori (sindaco compreso).  E  tutti  noi presenti, li' a subire le loro angherie. Come a Torino,  Ma nessuno ne ha parlato! 
Due mesi fa hanno assaltato il consiglio comunale coi fumogeni  interrompendolo e vandalizzando anche la sede comunale.
E in altre parti d' Italia la situazione non e' diversa.  Pensiamo a cosa sono a Milano il "Cantiere", il "Cox", il Leoncavallo, i Transiti,  ecc. ecc,.
Tutti gruppi di facinorosi che stanno in edifici occupati (cioe' RUBATI) e hanno siti internet dove possono tranquillamente lanciare i loro proclami, invitare il "pubblico" a partecipare alle loro "feste" illegali,  fare apologia di reato e istigazione a delinquere.
Pero' finora di fronte a questa situazione assurda e vergognosa, tutti hanno taciuto ! Tantomeno i vari paldini della "legalita'" che sfilano tutti i giorni nelle piazze con le camicie viola o i libretti rossi, schiumando indignazione.
L' indignazione nazionale contro l' illegalita' e la mafia non ha mai toccato la casta dei centi sociali. CHISSA' PERCHE'.
Addirittura ci sono partiti (come Rifondazione Comunista) che regolarmente difendendo questa gente. Difendendo  cioe'  l' illegalita', il crimine , la dittatura e l; istigazione a delinquere.
Altri partiti come il PD (che ora si scandalizzano ipocritamente per gli assalti dei centri sociali durante i loro festival), quando vengono effettuati sgomberi di centri sociali abusivi, protestano NON CONTRO I CENTRI SOCIALI, MA CONTRO LA POLIZIA, I PREFFETTI E LE ISTITUZIONI CHE, FACENDO IL LORO DOVERE, CERCANO DI RIPORTARE LA LEGALITA' NELLE NOSTRE CITTA'. (*)
Insomma, il festival dell' ipocrisia, di nuovo in onda.
Chiediamo chet tutti i partiti, di destra e sinistra, si uniscano (come ai tempi delle BR) per isolare e sconfiggere queste minoranze di prepotenti e per LIBERARE LE NOTRE CITTA' DALLA LORO PRESENZA ILLEGALE ED EVERSIVA.
 
(*) Un paio di mesi fa, Prefettura e Questura hanno cercato di sgomberare (finalmente) un centro sociale abusivo in zona Ticinese.
A fronte di questo evento, ecco le parole espresse allora da Basiglio Rizzo della lista Fo:"Vorrei capire le ragioni di quest sgombero con tale dispiegamento di forze da parte della polizia - ha dichiarato Rizzo a Milanotoday - Io penso che i giovani siano una risorsa per la nostra città e meritano degli spazi. Se gli spazi non vengono loro dati può anche succedere che se li prendano..".
Ed ecco anche le "reazioni" di un certo Majorino del PD: "Mi sembra tanto la solita logica degli sgomberi fini a se stessi - ha aggiunto il consigliere del Pd- Io penso che la soluzione sia quella di cercare di misurarsi col dialogo...".


CONTESTATORI DEL NULLA

I centri "sociali" si spacciano come "contestatori del sistema", "ribelli", "disobbedienti", "antagonisti", bla, bla, bla...  Tutte balle!  In realta' sono i peggiori conformisti e gendarmi del regime in corso.   Se volessero  contestare veramente qualcosa, dovrebbero cominciare dall' ABORTO, infame crimine che stronca tutti gli anni migliaia di bambini innocenti. Ed in particolare il finanziamento pubblico dell' aborto stesso (ricordiamo che  viene passato dal serivzio sanitario nazionale).  Poi i "contestatori" dovrebbero prendersela con il dilagare dell' immoralita': prostitute, spaccio droga, alcoolici, discoteche, donne seminude dovunque e comunque.   Per passare poi alle nuove ideologie e "religioni"  (ecologismo, animalismo, salutismo, ideologia gay, ecc. ).   Ci aspetteremmo anche che i "ribelli" dicessero qualcosa sulle persecuzioni religiose nel mondo; che soprattutto colpiscono con violenza inaudita i Cristiani (ammazzati a frotte in Pakista, India, Turchia, Egitto, Sudan, Nigeria, Iraq....).  O che mettessero il dito nella piaga della schiavitu' della donna nelle zone (anche in Italia) a prevalenza musulmana.   Potrebbero fare qualche manifestazione contro l' inegralismo islamico che (in Italia e nel Mondo) incita alla guerra e all' odio anche i bambini. Potrebbero anche andare in Pakistan ad aiutare i  milioni di persone colpite dall' alluvione. Potrebbero fare tante cose.

Ivece eccoli li', come don Chisiotte contro i mulini a vento.... a strillare contro gli "OGM". O contro i "fascisti". O per gli "spazi sociali", per distribuire droga,  birra e musica tecno e depravazione ai ragazzi. Contestatori del nulla, e collaboratori alla distruzione di quel che resta della nostra societa' e dei nostri valori.



STATO "REPRESSIVO" ??  NO, STATO PAPPA-MOLLA

Qualcuno agita il fantasma di uno Stato che starebbe diventando troppo"duro",  "repressivo" ,  "fascista".... Che assurdita' !  Il  problema e' totalmente opposto e la gente lo sa benissimo.       Il problema e'  sempre quello! Cioe' di uno Stato e di istituzioni  non che sono troppo forti, ma che sono troppo DEBOLI.    Istituzioni che non sono capaci di fare il loro mestiere e lasciano il cittadino in balia degli abusivi e dei prepotenti.    I cittadini assistono impotenti a situazioni allucinanti di eversione (oltre che illegalita')  che si trascinano per anni. E che non accennano a risolversi nonostante tutti i proclami sulla "sicurezza".  Anzi si incrementano.

Un esempio tipico e' quello dei cosiddetti "centri sociali". DI destra o sinistra che siano.    Questi gruppi di  banditi hanno occupato (=rubato) vari edifici nelle citta' italiane  nel corso degli scorsi anni.  E, a distanza  talvolta di decenni, sono sempre li'.... a consumare il frutto del loro crimine.    In alcuni casi sono stati sgomberati, ma poco dopo sono rientrati, piu' arroganti e pretenziosi di prima. E, paradossalmente, da quel momento, le istituzioni li hanno lasciati stare.    Come dire:  "la prepotenza e la recidivita' premiano".    Non solo, ma questa gente, oltre a praticare l'abuso, lo rivendica come un diritto.  Ne fa apologia e istiga  a fare altrettanto, lanciando proclami con tanto di siti intenet., manifesti, cortei, scritte sui muri, ecc.    Lo Stato si defila e fa finta di fare il "duro" con poveri cristi di cittadini normali che sono gia' rispettosi della legge, e a cui vengono rinfacciate tutte le piccole infrazioni, mentre i padroni anarco-insurrezionalisti della citta'  sventrano edifici,  fanno feste notturne, disturbano la quiete pubblica, vendono alcoolici e droga (senza pagare tasse), usano le stazioni come casa loro per i loro attacchinaggi abusivi....    E in piu' "protestano"  e si infuriano. Manifestano per le strade contro la "repressione".....    Oltre ad essere ladri e criminali hanno il coraggio di protestare!  E se qualcuno vuole imporre loro il rispetto della legge, apriti cielo!  Si grida alla ingiustizia e al "fascismo".    Occorre uno Stato che faccia lo Stato. E non che faccia invasioni di campo in cose assurde, lasciando invece gli abusivi a prosperare.   Questa gente deve essere sgomberata dai luoghi che occupano abusivamente. E appena cercano di rientrarci devono essere presi e sbattuti in galera.   Devono essere incriminati anche i frequentatori dei cetnri sociali abusivi (anche loro fanno violazione di proprietà).   Devono essere chiusi tutti i siti internet che incitano alla illegalita' e alla "disobbedienza".    E tutti coloro che fanno apologia di reato e istigazione a delinquere devono  essere perseguiti penalmente!

L.F.






 

@ 2010 Associazione Culturale Katyn.

All Rights Reserved.

Make a Free Website with Yola.