associazione culturale katyn


ABORTISTI, EUTANASICI, LGBT...  coerenti nel loro delirio

e il peggio deve ancora venire                                                                             Gennaio 2015

Se c' è una cosa di cui bisogna dare atto alla truppa degli abortisti-anarco-femministi-LGBT che da qualche anno, ci ossessiona da mane a sera, è che sono coerenti con il loro delirio.
La loro idea di base (da cui si dipartono tutti le altre aberrazioni) è che Dio non esiste.
E quindi, come diceva Dostojevsky, se Dio non esiste, tutto è possibile.
Avendo abolito Dio, questi devono abolire ogni forma di morale. Ovvio.
E' chiaro, che, una volta varcata la soglia più importante (quella della vita dei bambini, con l' aborto) , non ci può essere più limite al baratro. Se ponessero dei limiti su altre cose, sarebbero in contraddizione con se stessi e con la loro primaria scelleratezza.
Anzi, non devono neanche ammettere che queste siano scelleratezze, ma devono passare come cose normali; tranquille scelte della vita.

Se ci fate caso, il trend di questi ultimi anni è un progressivo e inarrestabile scivolamento nella china delle idiozie, nella fuga dal buon senso, dalla realtà e dalla umanità.
E' per questo che le femministe danno fuori di matto se qualcuno, come i pro-life,  continua testardamente a ricordare che  l' aborto è un crimine.
E' per questo che le associazioni nazi-lgbt lottano strenuamente contro la realtà e si piccano con ogni mezzo di abolire la distinzione fra uomo e donna, fra papà e mamma, il concetto di famiglia, di matrimonio,  ecc. ecc.
E' per questo che adesso l' utero in affitto deve apparire come la "normale" forma di procreazione.
Ed è per questo che trasudano tutta questa intolleranza e censura.  La menzogna e la negazione della realtà e del buon senso si devono imporre con la violenza. Non ci sono altri metodi.

Ma molti non si rendono conto che il peggio deve ancora venire.
Infatti gran parte della nostra civiltà e cultura giuridica e sociale si fonda ancora sul principio che gli esseri umani hanno pari dignità e diritti.
Ma questo principio è di origine religiosa. Noi abbiamo tutti pari dignità, e le nostre vite devono essere rispettate perchè siamo tutti figli di Dio.   Se no, per quale motivo dovremmo essere uguali?  Per quale motivo dobbiamo essere liberi? Per quale motivo non dovrebbe essere ammazzato il più debole, o il vecchio, o chi non può lavorare, o chi è troppo brutto, o troppo stupido? Per quale motivo non dovrebbe ritornare la schiavitù  (che del resto non è mai sparita del tutto)? Per quale motivo condannare gli olocausti?

E anche il rispetto verso gli omosessuali,  tanto invocato (come pretesto) dai gruppi LGBT, per quale motivo dovremmo averlo, se non per il fatto che anche loro sono figli di Dio, e quindi nostri fratelli?

Insomma, ci aspetta un bel futuro, non c' è che dire.  E se oggi ancora qualche barriera rimane, pur nella ideologia devastante che abbiamo descritto, state tranquilli che fra un po',  giusto per essere coerenti con il loro delirio, i nuovo nazisti rossi getteranno la maschera e cercheranno di imporre un inferno totale sulla terra; dove l' unico rispetto sarà quello della propria ideologia e del proprio tornaconto.


Make a Free Website with Yola.