associazione culturale katyn


UN MILIONE IN PIAZZA A ROMA: IL POPOLO DELLA REALTA' CONTRO LE LOBBY DELL' ASSURDO E DELLA PREPOTENZA



Il popolo della vita e della famiglia in piazza a Roma.  Un popolo per difendere la realtà e l' ovvio (oggi ce n' è proprio bisogno, come ai tempi di Hitler e Stalin).
Per dire che gli esseri umani sono uomini e donne.  Per dire che le famiglie sono fatte da papà e mamme . Per dire che i bambini non nascono dai cavoli, ma da due sessi diversi. Per dire che la fecondazione artificiale e gli uteri in affitto sono MAFIA. Per dire che la scuola non è fatta per indottrinare alle ideologie e i bambini non sono cavie da laboratorio per le stronzate degli apprendisti stregoni LGBT (che si vogliono pure far pagare con i soldi dei contribuenti). Per dire che quello che vogliono inculcare nelle scuole (in modo disonesto, come al solito, con l' abuso delle istituzioni e con i soldi estorti ai contribuenti, come è costume presso i ladroni di sinistra) sono teorie "scientifiche" come la teoria che mia nonna è un tram ed esistono gli extraterrestri verdi con le antenne su Marte. Per dire ceh si sta spacciando come "educazione" ciò che fino a poco fa sarebbe stao chiamato "corruzione di minore".

Un popolo vero. E non le lobby dei bugiardi, violenti, prepotenti, nazisti rossi, che insultano, bestemmiano, fanno le "contromanifestazioni" per intimidire e tappare la bocca a quelli che non la pensano come loro, e che vogliono imporre ai bambini e alle famiglie la "rieducazione" come nei campi di Mao Tze Tung.
Le lobby che spacciano per "diritti" le pretese e le perversioni. Che spacciano per "parità",  ciò che pari non è. Che vorrebbero che i governi stabilissero per legge che gli asini e i cavalli sono la stessa cosa (o che facessero senatori i cavalli, come Caligola), e mandassero in galera chi dissente.
Le lobby dei fuori di testa, che per essere coerenti col loro delirio, devono far sparire i sessi, gli attributi, gli aggettivi, le desinenze, le mamme, i papà è dire  che la famiglia è il luogo dello "stupro"  (mentre comprare i figli al supermercato è il "progresso" dell' umanità.
Le lobby che continuano a dirci che l' omosessualità è una cosa "normale" e che il re è vestito, anche se ai ragazzini gli viene da ridere (e per questo li devono rieducare)...

Una sola buona notizia.  Questa volta i "sentinelli" e gli atri stronzi non si sono fatti vedere a Roma.
Non sono venuti, come loro solito, a gridare, "contromanifestare", chiamare a raccolta la gente per "impedire" la manifestazione.   I vigliacchi stanno a casa quando il popolo è tanto, e vengono a rompere le palle solo quando gli altri sono pochi e remissivi.
Meno male. Fuori dalle balle una volta tanto i dittatori. E la gente libera di manifestare le sue idee, come si conviene ad un paese che resta democratico nello spirito più profondo, nonostante che i piccoli dittatori crescano (o tentino di farlo).
Scalfarotto ha già detto che se ne frega del milione, e che il governo è "deciso".
Un governo che non combina niente e non è d' accordo su nulla.  Ma che diventa "deciso" sulle porcate inutili, dannose e ideologiche.   Perfetto esempio di amministrazione "de sinistra".


Make a Free Website with Yola.