associazione culturale katyn


Centri Sociali: IL PEGGIORE DEI MONDI POSSIBILI
I cosidetti Centri Sociali si spacciano come "giustizieri". Quelli che portano una società nuova in sostituzione di quella "marcia" attuale.
Peccato che la loro società nuova sia molto peggio di quella vecchia. Rappresenta il male assoluto, il peggiore dei mondi possibili.
Nella società "vecchia", pur con tutti i suoi problemi,  si può ancora vivere,  parlare, avere idee diverse, dialogare.
Nella società dei centri sociali invece tutto questo viene abolito.
Con i centri sociali nessun dialogo è possibile. Ci sono solo gli slogan e la propaganda. 
Ci sono solo frasi fatte, parole d' ordine, il muro-contro-muro, la "vertità rivelata" imposta a tutti (basta guardare i loro siti internet.... che putroppo nessuno ha il coraggio di chiudere anche se istigano alla illegalità e alla eversione).

Così è per tutti i sistemi di menzogna. Per reggersi devono abolire la dialettica. Possono vivere solo con la dittatura e la repressione.
Tutto viene stravolto e rigirato come un' arma.  Il linguaggio perde la sua funzione, che è quella di esprimere la verità, o il dubbio. Potremmo diventare muti nel mondo dei centri sociali, e nessuno se ne accorgerebbe.
Nel regno dei centri sociali, il linguaggio è una variabile indipendente (e inutile). Tutto quello che dicono loro ti viene sbattuto in faccia in modo indiscutibile, che sia vero o falso non importa.
La nozione stessa ci verità e falsità è abolita. Sostituita dall' appartenenza. Se sei con loro sei la verità. Se sei contro sei la menzogna.
Per cui loro, qualunque cosa facciano, hanno sempre ragione per partito preso. Loro "liberano" e non rubano, "conquistano spazi sociali" e non confiscano roba altrui; fanno cose "dal basso" e non invece abusi decisi arbitrariamente da non si sa bene chi; rappresentano il "popolo" anche se nessuno li ha mai eletti e nominati.
Possono commettere qualsiasi prevaricazione e decidere senza nessun diritto cosa rubare , chi mettere nei loro alloggi rubati, al pari della mafia, ma loro in ogni caso "liberano", e cattivi sono sempre gli altri, che rispettano la legge, le regole e le graduatorie.
Loro sono "giusti" per diritto divino, e quindi possono fare quello che vogliono e hanno sempre ragione.  Loro sono sempre dalla parte del popolo, anzi "sono" il popolo; si identificano con esso.
Chi li critica o li combatte è destituito per principio di ogni credibilità.   Se non sei d' accordo con loro, sei per definizione uno che è contro la Verità, e quindi un losco individuo legato alla società borghese,  alle banche, che odia il popolo, e le cui argomentazioni non sono da prendere in considerazione.
Loro devono ribaltare tutto per principio, per essere fedeli alla loro immagine di "antagonisti". Per cui sono contro le autostrade , la Tav, la polizia, i supermercati, l' Expo, ecc. ecc.
Ma se tutte queste cose non esistessero, sarebbero contro a qualcosaltro, perchè la loro opposizione è per partito preso, e non una reazione a qualcosa di ingiusto che vedono.
Della serie: io prima mi arrabbio, e poi cerco i morivi per scaricare la mia aggressività.
Quindi è logico che siano così . I fetenti e i tiranni sono sempre uguali.
Aver a che fare con loro è precipitare in un mondo disumano di schaivitù e assenza totale di libertà e di umanità.
Se li conosci li eviti. E' per questo che loro cercano di imporsi con la violenza e l' illegalità, perchè sanno che è l' unico modo di assoggetare la gente al loro volere.
Putroppo la loro potenxza intimidatoria è grandissima (proprio per i motivi sopraespressi).  E anche politici, media, istituzioni, associazioni preferiscono  tenerseli buoni, assecondarli  o far finta di igniorarli, nella speranza che spariscano da soli o che non siano un problema.
Così il sistema di abusi e dittatura dei centri sociali si consolida e si accresce.
E' così che nascono le dittature.
Angelo Mandelli
Make a Free Website with Yola.