I paladini del NO-A-TUTTO , alleati con la criminalità organizzata e fascista dei centri asociali, non potevano esimersi dal cercare di bloccare anche i lavori della tangenziale est esterna di Milano. A dimostrazione di quanto questa gente sia nociva, assurda  e nemica del popolo.

A loro ovviamente non gliene frega nulla se da decenni migliaia (o meglio milioni)   di cittadini, lavoratori, trasportatori ecc.  sono costretti  a farsi ore di coda in fila su una tangenziale senza senso dove confluisce oltre al traffico pendolare anche il traffico di tutte le autostrade italiane.

Come per la TAV, per i termovalorizzatori, per le discariche, per le centrali nucleari, unico  obbiettivo dei "no-a-tutto" è sabotare e impedire TUTTO. Sono come la Mafia.

Il popolo italiano deve sottostare per l' ennesima volta alle angherie di questi egoisti e prepotenti signorotti medioevali  che vogliono bloccare qualsiasi cosa?

Ringiaziamo il dott. Perini, presidente di Fiera Milano per le sue chiare e decise affermazioni contro coloro che intendono ostacolare in modo violento anche la tangenziale est di Milano.  Fermare questi dittatori fascisti (benchè colorati di rosso)  è necessario. Non vogliamo più essere schiavi di una minoranza di farabutti che vogliono imporre a tutti la loro volontà con la violenza.

«Se c’ è qualcuno che vuole creare casino sulla Tem si usi la forza. Come fece la polizia a Davos: non dico di sparare, ma di riempire le cisterne di letame e di spruzzarlo su chi blocca i cantieri. Alla fine chi puzza viene arrestato».

link