ASSASSINI E RAZZISTI DI FORNACE

Le persone anziane e malate che abitano vicino alla "fornace" e che devono subire il disturbo del centro anti-sociale, moriranno prima del  tempo grazie a questa gentaglia.   Ma anche i giovani e gli adulti vedono la loro vita rovinata, svilita  e ridotta grazie all' inquinamento acustico e al degrado morale e civile  indotto nella zona dai criminali di fornace.    I lavoratori extracomunitari che abitano nelle case popolari del quertiere San Martino firmano in massa per lo sgombero del centro anti-sociale.  Questa la realta', al di la' delle menzogne e della propaganda  dei soliti noti.... Come al solito la prima vittima dei "rivoluzionari" e' il popolo.