I "NO A TUTTO" SE LA PRENDONO PURE CONTRO LE FERROVIE

Preannunciate "lotte" della "popolazione" anche contro il quadruplicamento della linea Gallarate-Rho.

Sembra incredibile, ma questi "no-a-tutto" (tranne che contro i loro abusi e violenze) adeso ce l' hanno contro le ferrovie.  Preannunciate manifestazioni, dove sbucheranno pure i topi di fogna anarchici del centro sociale fornace di Rho (occupanti abusivi di palazzine altrui). 

Prima protestano perchè non si fanno investimenti per il trasporto pubblico. Poi, quando gli investimenti partono, eccoli li ancora a protestare.

Nessuno capisce che cosa vogliono.   Anzi si capisce benissimo.  Vogliono solo bloccare, impedire e suscitare rivolte.  Sono l'  antagonismo fine  a se stesso.

Se questa gente fosse esistita un centinaio di anni fa, adeso non avremmo nulla. Nè autostrade, nè ferrovie, nè stazioni, nè fabbriche. Figuratevi!  Avrebbero trovato diecimila controindicazioni per  tutto. E altrettanti motivi per accusare e trovare secondi fini per ogni cosa.  Pure l' aspirina avrebbero detto che non andava prodotta perchè foraggia le aziende farmaceutiche...

Come al solito, la loro vera bestia nera è l' Expo 2015.  Per cui qualsiasi cosa che ,  anche lontanamente, può avere a che fare con l'  expo,  deve essere criminalizzata e combattuta.  Quindi, in pratica  tutto.  Visto che tutti gli investimenti previsti nella nostra zona hanno tutti in parte a che fare con l'  expo. Se non altro per i soldi che verranno tirati fuori.

Secondo centri a-sociali ladri , comitati "spontanei" e contestatori rosso-anarchici in genere non dovrebbe essere fatto più nulla per 5 anni.    Potremmo anche "accontentarli".  Ma questo non basterebbe.  Infatti poi comincerebbero a protestare perchè ...  non si fa nulla.   La realtà è che questa gente vuole solo la nostra morte.  Oppure di andare al potere.  Nel qual caso  tutta la peggiore melma ci passerebbe sopra la testa e verrebbe benedetto come "conquista sociale".

In realtà gli investimenti ferroviari previsti nella zona attorno alla metropoli sono vari e necessari.  E c' entrano poco con l' Expo.  Nella fattispecie, gli obiettivi del potenziamento sono il miglioramento del servizio fino a Gallarate,Varese, Luino e Domodossola, in connessione con i valichi transfrontalieri del Sempione e del Gottardo; il potenziamento del servizio ferroviario regionale in prossimità di Milano con la possibilità di attivare la nuova linea suburbana S15 Rogoredo – Parabiago.

Fra l'  altro i "contestatori"  adesso si lagnano delle spese fatte  in "periodo di crisi" e invocano il risparmio!   MA COME?  Non erano loro a dire che la crisi non esisteva?  Che era una  invenzione dei padroni, e che invece bisogna spendere e investire?

Make a Free Website with Yola.