associazione culturale katyn


LE ALLEANZE DI ANPI CON LA DELINQUENZA ORGANIZZATA DEI CENTRI SOCIALI

Milano,  30-08-2017

PREMESSA

Abbiamo avuto notizia che l' ANPI di Milano e Provincia è scesa in guerra contro Giuseppe Povia e vuole impedirgli addirittura di cantare a Trezzano. Il cantautore milanese sarebbe colpevole di avere "legami con gruppi fascisti" per aver cantato in una festa promossa da un gruppo di destra.

Certo ne hanno di faccia tosta questi dell' ANPI. Ci fanno le prediche sui "legami fascisti" proprio loro che sono alleati con i peggiori fascisti della zona, cioè i fascisti rossi dei Centri Sociali. Stiamo parlando di formazioni che passano da una occupazione abusiva all' altra, promuovono l' illegalità, la violenza e l' intimidazione come metodo, se ne fregano della legge e del prossimo, vogliono imporre la loro legge di dittatori, non eletti da nessuno, e prevaricano su interi quartieri!  Sono cioè i PEGGIORI E PIU' AUTENTICI FASCISTI.  Eppure i signori dell' ANPI non si fanno scrupolo di collaborare con queste squadracce.

Quelli che vi forniamo di seguito sono solo alcuni degli innumerevoli esempi che documentano l' allenza di ANPI con questi
schifosi rossi che impestano le nostre città. E dimostrano che questa pseudo associazione antifascista non ha nessun reale intento "democratico". Non vuole combattere il "fascismo" per portare la libertà, ma per imporre un fascismo di altro colore.

PORTA UN FIORE AL PARTIGIANO... ASSIEME AI CRIMINALI DEI CENTRI SOCIALI

Tanto per iniziare, ecco qui una iniziativa di alcuni mesi fa, chiamata "portiamo un fiore ad un partigiano".
Image result for anpi milano cs cantiere
Cosa notate nella lista dei promotori?  Assieme ad ANPI e altre "rispettabili" sigle di associazioni di sinistra (ARCI, Camera del lavoro...), ci sono LAMBRETTA, ZAM e CANTIERE, cioè il fior fiore dei centri sociali illegali di Milano.
Vi sembra normale che in uno stato democratico e di diritto si trovino queste alleanze di enti para-istituzionali, con gente che pratica e predica l' illegalità e la dittatura?
Eppure è così!
Leggiamo dal comunicato dell' ANPI , che loro esprimono il "disappunto" per la "parata nazifascista organizzata da Lealtà e Azione e CasaPound per il prossimo 25 aprile al Campo 10 del cimitero Maggiore".
Peccato che non esprimano nessun "disappunto" per le esibizioni dei centri sociali abusivi che esaltano l' illegalità e la violenza. Anzi li accolgono come partner nelle loro iniziative.

CONTRO I FAMIGLIARI DELLE VITTIME DELLE FOIBE, MA NON CONTRO  CHI VIOLA LA LEGGE

Passiamo poi ad un' altro evento che ha visto quest' anno ANPI schierata a contatto di gomito con le squadracce rosse dei centri sociali.  Stiamo parlando dell' assalto al convegno sulle Foibe tenuto in zona 4 Milano il 18 febbraio scorso, con tanto di tentativo di forzare il cordone di polizia. Ai signori della estrema sinistra questo convegno non andava a genio, e allora bisognava impedirlo. Puro stile fascista... rosso.
Leggiamo dalle cronache di quel giorno: "Un centinaio di attivisti dei centri sociali Lambretta, Zam e Cantiere, l'Anpi, Rifondazione comunista e cittadini del quartiere hanno organizzato una manifestazione fuori dalla sede di zona del Comune...i manifestanti hanno tentato di sfondare il cordone e avvicinarsi alla sede del municipio di zona.. ".


Facciamo fra l' altro notare che, proprio in via Oglio esiste ormai da due anni una occupazioni abusiva promossa dal solito centro sociale delinquenziale (con il patrocinio addirittura di "Unione Inquilini"). Ma ovviamente l' ANPI non ha mai avuto nulla da ridire su tutto ciò, mentre se la prendono con i familiari delle vitime delle foibe.

ALLA CASERMA MONTELLO : ANPI ASSIEME ALLA MAFIA DI CS CANTIERE


Andiamo ora in un  altra parte della città, la zona della caserma Montello. Siamo nel novembre del 2016. 
Anche qui troviamo l' ANPI, come il cacio sui maccheroni assieme al centro sociale CS Cantiere.
Questi paladini della "resistenza" al nazi-fascismo non si fanno scrupolo di collaborare con i nuovi fascisti (rossi).