Gli anarchici ladri della Statale di Milano scrivono i loro striscioni sul retro di quelli della lista pannella

I ladri e tiranni anarchici che si sono impossessati dei locali dell' ex-cuem alla Satale di Milano, sono soliti collocare i loro striscioni sull' entrata dell' ateneo.
Deve essere infatti chiaro che solo loro i padroni.   E tutti gli altri (studenti, insegnanti, lavoratori) devono sottostare e subire.  Abbassare la testa e strisciare come schiavi sotto i loro simboli.

Ma non tutti gradiscono di essere trattati come schiavi.

Ieri alcune persone hanno pensato bene di strappare lo striscione e portarselo via.
Ne hanno fatto delle foto e ce le hanno inviate.
Ecco lo striscione requisito:


Di questi  striscioni abusivi gli studenti dissidenti ne hanno già requisiti altri.  Sempre durante il giorno. E nessuno degli studenti presenti alla scena ha mai  contestato l' azione di pulizia. Anzi, in alcuni casi hanno applaudito. A testimonianza di quanto credito abbiano i camorristi dei "collettivi" presso gli studenti veri.

Ma la notizia questa volta non fisce qui.
Infatti, come si può vedere dalle foto qui sotto, lo striscione è stato realizzato sul retro di uno strisione usato dalla lista Pannella-Bonino per la campagna a sostegno di Pisapia a Milano.


Qui sotto si può vedere  lo strisione esposto al comizio della lista pannella-bonino del 6 maggio 2011.
E' proprio lui !!! , tagliato ed usato sul retro.


A questo ci poniamo delle domande.  Gli anarco-ladri della statale sono in torta con la lista bonino-pannella che gli passa gli striscioni usati per farci la loro propaganda?  Oppure lo strisicone lo hanno rubato?  Oppure lo hanno trovato in una discarica?

Il mistero si infittisce.

Associazione Culturale Katyn

13-giugno-2013
Make a Free Website with Yola.